Clicca qui per scaricare

Silvio Trentin e Ivanoe Bonomi: crisi della democrazia
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Carlo Verri 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 262 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  11 P. 107-117 Dimensione file:  235 KB
DOI:  10.3280/IC2011-262007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio riguarda la crisi delle forze democratiche in Italia tra il 1924 e il 1925, nel momento in cui si stava instaurando la dittatura fascista. Il tema viene affrontato a partire dalle esperienze di due esponenti democratici - Silvio Trentin e Ivanoe Bonomi - e attraverso il loro rapporto testimoniato dalle lettere inedite che il primo scrisse al secondo, pubblicate in appendice. Se nel febbraio 1924 Trentin sembra gravitare nell’orbita di Bonomi con il quale ha una’affinità ideologica, dopo 12 mesi - segnati dall’assassinio di Matteotti e dall’Aventino - è diventato un convinto sostenitore di Giovanni Amendola, di cui, diversamente da Bonomi, abbraccia tra l’altro il progetto di unire tutte le forze democratiche, trasformandone la federazione (Unione nazionale) in un vero e proprio partito. Dall’analisi delle lettere di Trentin si evince uno spettro significativo delle vie praticate da esponenti democratici di diverso orientamento per fronteggiare lo sconvolgimento politico rappresentato dall’affermarsi del fascismo.


Keywords: Silvio Trentin, Ivanoe Bonomi, Giovanni Amendola, fascismo, antifascismo, Unione nazionale



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Carlo Verri, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 262/2011, pp. 107-117, DOI:10.3280/IC2011-262007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche