Dimensioni gruppali dell’intervento psicologico in emergenza: l’esperienza dell’Abruzzo

Titolo Rivista: GRUPPI
Autori/Curatori: Luca Pezzullo
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 61-75 Dimensione file: 129 KB
DOI: 10.3280/GRU2010-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’intervento nella zona del cratere sismico dopo il terremoto che ha colpito L’Aquila e i paesi vicini è stata l’operazione di psicologia dell’emergenza più impegnativa e prolungata mai avvenuta fino ad allora a livello europeo, che ha segnato un cambiamento significativo in questo tipo di attività. L’autore ne ripercorre le fasi per sottolinearne le caratteristiche gruppali, per evidenziarne le criticità e per legittimare la necessità di una formazione specifica. Egli descrive l’organizzazione e il funzionamento della Protezione Civile, un "sistema di sistemi" che coordina le attività di tutti i gruppi di lavoro impegnati, quindi una realtà complessa che, tra le sue funzioni, comprende anche il supporto psicologico alle popolazioni colpite da eventi catastrofici, da svolgersi in "gruppi-squadra".

Luca Pezzullo, Dimensioni gruppali dell’intervento psicologico in emergenza: l’esperienza dell’Abruzzo in "GRUPPI" 3/2010, pp 61-75, DOI: 10.3280/GRU2010-003007