Il panico e l’orrore istintivo del cambiamento

Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO
Autori/Curatori: Fabrizio Alfani
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 19 P. 17-35 Dimensione file: 151 KB
DOI: 10.3280/PSOB2011-003002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

In questo articolo l’autore considera gli attacchi di panico come espressione del terrore di un cambiamento psicologico avvertito come una minaccia per la stabilità e la coerenza del Sé, ma allo stesso tempo percepito come necessario e ineluttabile. Tale cambiamento psicologico concerne soprattutto un irrisolto conflitto tra autonomia e dipendenza, che ostacola l’elaborazione e l’integrazione degli affetti, sia di quelli negativi, quali rabbia e paura, sia di quelli positivi, come l’amore, il piacere e l’eccitazione erotica. Viene sottolineata la differenza tra angoscia panica e angoscia anticipatoria, e vengono descritti due brevi esempi clinici. Vengono inoltre posti in evidenza alcuni aspetti del mito di Pan strettamente correlati con le dinamiche psichiche considerate.

Fabrizio Alfani, Il panico e l’orrore istintivo del cambiamento in "PSICOBIETTIVO" 3/2011, pp 17-35, DOI: 10.3280/PSOB2011-003002