Clicca qui per scaricare

Tra Benjamin e Freud: la città come trasformazione dello spazio
Titolo Rivista: COSTRUZIONI PSICOANALITICHE 
Autori/Curatori: Adriano Voltolin 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 22 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 9-26 Dimensione file:  704 KB
DOI:  10.3280/COST2011-022002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore propone, sulla scorta degli studi di Abraham, Ferenczi e, più recentemente, di Resnik, una lettura della città come spazio esterno al soggetto da preservare da esperienze eccessivamente inquietanti, ma anche capace di consentire l’esperienza dell’esplorazione e del nuovo. Le metropoli contemporanee paiono invece essere concepite come luogo nel quale l’esperienza dello spazio viene soppressa e questo viene ridotto a ostacolo da superare il più rapidamente possibile per mezzo delle vie di comunicazione che debbono essere le più veloci possibili. Si presentano così situazioni ove l’organizzazione urbana ha due sole dimensioni: quella della casa-tana entro la quale rifugiarsi e quella invece della strada nemica da presidiare con la polizia.


Keywords: Città, spazio, rifugio, esperienza dello spazio



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Adriano Voltolin, in "COSTRUZIONI PSICOANALITICHE" 22/2011, pp. 9-26, DOI:10.3280/COST2011-022002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche