Clicca qui per scaricare

Intuizione e logica
Titolo Rivista: PARADIGMI 
Autori/Curatori: Gabriele Lolli 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 3 Filosofia della matematica Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 45-57 Dimensione file:  523 KB
DOI:  10.3280/PARA2011-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le discussioni sul principio di scelta all’inizio del Novecento, in particolare dopo la dimostrazione di Zermelo del teorema del buon ordinamento, nel 1904, sono un esempio interessante del contrasto tra intuizione e logica: due concezioni della matematica si fronteggiano, quella che la vede come attività di costruzioni, e cerca di rispettare, sia pure generalizzandole e idealizzandole, capacità derivate dall’esperienza umana, e quella che la vede in modo oggettivo, e vuole ridurre a regole le azioni umane. Si nota tuttavia un paradosso: chi vuole dare una versione logica del processo lo considera per ciò stesso concepito da una intuizione positiva, accettabile come intuizione pre-matematica; chi insiste sulla costruzione vuole mantenere vincoli che derivano dall’interpretazione come attività umana, e tende perciò paradossalmente a diffidare dell’intuizione quando essa porta con la fantasia al di là delle operazioni realmente ammissibili.


Keywords: Costruzioni umane, Intuizione, Logica, Principio di scelta, Realtà oggettiva

Gabriele Lolli, in "PARADIGMI" 3/2011, pp. 45-57, DOI:10.3280/PARA2011-003004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche