Clicca qui per scaricare

Sul significato del "platonismo" di Peramàs nel suo Commentarius (1793)
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Fabrizio Melai 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 134 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 673-688 Dimensione file:  493 KB
DOI:  10.3280/SS2011-134002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nella sua opera De vita et moribus tredecim virorum Paraguaycorum (1795), l’ex gesuita paraguaiano José Manuel Peramás inserì un Commentarius in cui stabiliva un paragone fra le famose missioni del Paraguay e lo stato utopico di Platone. Questo fatto ha contribuito molto alla fama dello scritto di Peramás e alla sua fortuna in anni recenti. Con questo saggio, l’autore dimostra che il Commentarius si inseriva in un contesto italiano che vedeva il risveglio dell’interesse per le opere politiche di Platone, che Peramás aveva studiato in Spagna, presso l’Università di Cervera, alla scuola dell’umanista Finestres. Analizzando poi il contenuto del Commentarius, l’autore ne sottolinea gli aspetti apologetici, che rimandano alle opere di Domingo Muriel, ultimo Provinciale del Paraguay. Peramás voleva infatti contrapporre il modello politico delle Missioni del Paraguay alle realizzazioni della Rivoluzione in Francia, usando l’utopia platonica per riaffermare una politologia tradizionale, con sostanziali legami con la filosofia della Seconda Scolastica, specialmente Francisco Suárez.


Keywords: Paraguay, Peramás, Platone, Muriel, Rivoluzione, Gesuiti.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Fabrizio Melai, in "SOCIETÀ E STORIA " 134/2011, pp. 673-688, DOI:10.3280/SS2011-134002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche