Clicca qui per scaricare

Ritorneranno? Appunti sui dispersi della Grande guerra
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Fabio Todero 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 264 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 457-465 Dimensione file:  95 KB
DOI:  10.3280/IC2011-264007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio affronta il tema dei soldati dispersi nella prima guerra mondiale, per svariate ragioni non ancora analizzate a fondo dalla storiografia. Un insieme di norme, varate già in seguito alle campagne coloniali italiane, prevedeva degli interventi a favore delle famiglie dei soldati dispersi, mentre alla fine del primo conflitto mondiale fu compiuto uno sforzo notevole per la ricerca e l’identificazione delle salme rimaste senza nome. Nonostante l’esaltazione del Milite ignoto, tuttavia, la questione non si risolse. Su di essa, troppo contigua a quella della prigionia, non di rado confusa con quella della diserzione, e considerata perciò poco consona alla costruzione del mito della Grande guerra - base e nutrimento del bagaglio simbolico e ideologico del fascismo - per lunghi anni il regime proiettò un’ombra di silenzio. Il lutto si prolungò così nel tempo, fino a rinnovarsi tragicamente con le nuove perdite causate dal secondo conflitto mondiale, specialmente nella campagna di Russia: il problema dei soldati dispersi tornò allora prepotentemente alla ribalta.


Keywords: Prima guerra mondiale, dispersi, Milite ignoto, mito della Grande guerra, fascismo, lutto, oblio



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Fabio Todero, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 264/2011, pp. 457-465, DOI:10.3280/IC2011-264007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche