Clicca qui per scaricare

Indicazioni per la terapia antiepilettica del disabile grave
Titolo Rivista: CHILD DEVELOPMENT & DISABILITIES - SAGGI 
Autori/Curatori: Vincenzo Belcastro, Paolo Calabresi 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  6 P. 43-48 Dimensione file:  60 KB
DOI:  10.3280/CDD2010-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il trattamento farmacologico dei pazienti gravemente disabili affetti da epilessia presenta difficoltà peculiari, dovute sia all’incapacità del soggetto di riferire puntualmente i sintomi e gli eventuali effetti collaterali della terapia sia alla carenza di trial specifici in letteratura. Per il primo problema è fondamentale la mediazione dell’operatore/educatore che, grazie alla sua costante vicinanza al paziente, può riferire i segni diretti e indiretti di interesse clinico. Il farmaco da somministrare deve essere scelto in base al tipo di crisi, valutando anche i possibili effetti collaterali gravi e irreversibili. Nel presente contributo vengono brevemente commentati i vantaggi e i rischi connessi alla somministrazione dei nuovi farmaci antiepilettici, richiamando anche le raccomandazioni contenute in alcuni recenti lavori pubblicati sulle riviste "Neurology" e "Seizures". Viene poi argomentato alla luce di nuove ricerche il concetto di refrattarietà alla terapia antiepilettica. Infine l’Autore riporta un caso di netto peggioramento della sintomatologia comiziale in rapporto alla somministrazione di carbamazepina, che teoricamente risultava indicata nel paziente in questione.


Keywords: Disabilità, epilessia, terapia antiepilettica, epilessie farmacoresistenti



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Vincenzo Belcastro, Paolo Calabresi, in "CHILD DEVELOPMENT & DISABILITIES - SAGGI" 3/2010, pp. 43-48, DOI:10.3280/CDD2010-003007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche