Clicca qui per scaricare

Sgravi fiscali nel mezzogiorno e fiscalizzazione degli oneri sociali. Analisi dell’impatto del cuneo fiscale sull’occupazione regionale in italia
Titolo Rivista: QUADERNI DI ECONOMIA DEL LAVORO 
Autori/Curatori: Andrea Festa 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 97  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  61 P. 147-207 Dimensione file:  1070 KB
DOI:  10.3280/QUA2012-097009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le politiche di sgravi fiscali e di fiscalizzazione degli oneri sociali sono designate per stimolare la crescita e l’occupazione, specialmente nel sud. Esse sono state una costante fonte di dibattito anche in sede UE. In questo lavoro si rivisita il quadro legislativo, quindi si studia l’impatto del cuneo fiscale sull’occupazione regionale per comprendere se esistono effetti differenziati a livello regionale. L’evidenza empirica mostra che il cuneo fiscale sui redditi da lavoro dipendente ha un effetto negativo soprattutto nelle regioni settentrionali, dovuto alla presenza di un sistema di contrattazione di secondo livello più sviluppato rispetto al mezzogiorno, che induce a meccanismi di resistenza reale salariale che proteggono i redditi dei lavoratori a detrimento dell’occupazione, non soltanto nel breve periodo. Poiché un taglio nella tassazione del lavoro induce effetti occupazionali positivi anche nelle regioni meridionali, sebbene meno accentuati, essa dovrebbe essere valutata positivamente. L’evidenza empirica suggerisce la presenza di effetti differenziati non solo a livello regionale, ma anche settoriale. Questo potrebbe suggerire di focalizzare tali politiche laddove sono maggiormente efficaci, oltre che di promuovere lo sviluppo di una contrattazione di secondo livello anche nel Mezzogiorno per incrementare la sensibilità dei salari lordi rispetto a cambiamenti del cuneo fiscale e della tassazione sul lavoro.


Andrea Festa, in "QUADERNI DI ECONOMIA DEL LAVORO" 97/2012, pp. 147-207, DOI:10.3280/QUA2012-097009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche