Clicca qui per scaricare

Il disturbo post-traumatico da stress è un concetto ‘sufficientemente buono’ per il lavoro psichiatrico sulle conseguenze dei conflitti?
Titolo Rivista: RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA 
Autori/Curatori: Byron J. Good, Mary-Jo Del Vecchio Good 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 99-119 Dimensione file:  1662 KB
DOI:  10.3280/RSF2012-002006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In un classico articolo del 1992, Derek Summerfield sostenne che "per la grande maggioranza dei sopravvissuti lo stress posttraumatico è una pseudocondizione, una ridefinizione della sofferenza comprensibile della guerra come problema tecnico per il quale sono disponibili soluzioni tecniche a breve termine come il counseling" Non ci sono prove che le popolazioni colpite dalla guerra cerchino questi approcci importati, che sembrano ignorare le loro tradizioni, i loro sistemi di significato, le loro priorità effettive" (p.1449). Questo articolo descrive un programma di collaborazione attiva fra un’équipe della Harvard Medical School e la IOM (Organizzazione Internazionale per la Migrazione) in Indonesia in risposta ai "lasciti della violenza" fra gli abitanti dei villaggi rurali di Aceh, Indonesia, dopo lo tsunami del 2004 e l’accordo di pace tra il governo indonesiano e il Movimento Aceh Libera che mise fine a venti anni di conflitto. L’articolo fornisce dati provenienti da una serie di studi che indicano livelli elevati di esperienze traumatiche e di problemi di salute mentale ad Aceh dopo il conflitto. Descrive un progetto IOM di promozione attiva di salute mentale che ha usato équipe di medici di base e infermieri per rispondere ai problemi di salute mentale, e un progetto valutativo che fornisce importanti prove empiriche dell’efficacia nella pratica del programma. Sostiene che il PTSD è ben altro che una "pseudocondizione" e che i programmi d’intervento possono essere molto potenti nel ridurre sintomi e disabilità. Conclude che lo sviluppo di programmi di salute mentale integrati in politiche di salute pubblica in contesti postbellici dovrebbe avere una priorità elevata.


Keywords: PTSD, trauma, cura della salute mentale dopo i conflitti.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Byron J. Good, Mary-Jo Del Vecchio Good, in "RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA" 2/2012, pp. 99-119, DOI:10.3280/RSF2012-002006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche