Clicca qui per scaricare

Brentano and the Theory of Signs
Titolo Rivista: PARADIGMI 
Autori/Curatori: Carlo Ierna 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Inglese 
Numero pagine:  12 P. 11-22 Dimensione file:  95 KB
DOI:  10.3280/PARA2012-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In this article the author discusses F. Brentano’s theory of intentionality and the ontological status of the intentional object specifically with respect to symbolic presentations. The role and function of intentionality are compared to the process of semeiosis. Several interesting parallels can be found between fundamental problems in the interpretation of the Brentanian notion of intentionality and issues in semiotics. In particular, the author focuses on the theory of C.W. Morris and attempts to apply core notions of his semiotics to clarify Brentano’s ambiguous account of intentional reference, the role of signs in symbolic presentations and how this relates to outer perception.

L’articolo analizza la teoria dell’intenzionalità di Brentano e lo statuto ontologico dell’oggetto intenzionale con particolare attenzione al ruolo delle rappresentazioni simboliche. Diversi e interessanti parallelismi sussistono fra i problemi fondamentali posti dall’interpretazione della nozione brentaniana di intenzionalità e questioni di carattere semiotico. Nello specifico, l’autore si concentra sulla teoria di C.W. Morris e fa ricorso a nozioni fondamentali della sua semiotica per tentare di chiarire le ambiguità nella caratterizzazione brentaniana del riferimento intenzionale, il ruolo dei segni nelle rappresentazioni simboliche e come queste nozioni siano legate alla percezione esterna.
Keywords: Brentano, Intenzionalità, Morris, Oggetto intenzionale, Semiotica, Teoria dei Segni.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Carlo Ierna, Brentano e la teoria dei segni in "PARADIGMI" 2/2012, pp. 11-22, DOI:10.3280/PARA2012-002002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche