Clicca qui per scaricare

Il gioco traumatico nella Play Therapy
Titolo Rivista: MALTRATTAMENTO E ABUSO ALL’INFANZIA 
Autori/Curatori: Marina Piccolo, Sarah Miragoli 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 87-106 Dimensione file:  254 KB
DOI:  10.3280/MAL2012-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nella valutazione e nell’intervento clinico con i bambini, emerge la necessità di utilizzare delle tecniche alternative alla verbalizzazione, a causa delle scarse competenze comunicative. L’evidenza clinica e di ricerca mostra che il gioco può fornire un contesto appropriato e protetto, che aiuti il bambino ad esprimere le proprie emozioni e sentimenti, anche in situazioni post-traumatiche. Il gioco, attraverso l’uso di materiale simbolico, permette di ottenere la distanza necessaria dall’impatto del trauma e di esprimere pensieri e sentimenti. Il presente articolo, in base a quanto riportato dalla letteratura specialistica, descrive le caratteristiche specifiche della Play Therapy, focalizzando l’attenzione sul gioco in situazioni traumatiche. La ricerca, infatti, mostra l’efficacia della Play Therapy con bambini che mostrano diversi tipi di difficoltà sociali, emotive, di apprendimento, includendo anche i bambini con problematiche correlate ad esperienze traumatiche, come maltrattamento fisico e abuso sessuale.


Keywords: Gioco traumatico, Play Therapy, trauma, maltrattamento infantile.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Marina Piccolo, Sarah Miragoli, in "MALTRATTAMENTO E ABUSO ALL’INFANZIA" 2/2012, pp. 87-106, DOI:10.3280/MAL2012-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche