Clicca qui per scaricare

Commento a "L’esperienza dello psicodramma in un centro ambulatoriale per le dipendenze patologiche" di Marcella Cannalire
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Giuseppe Sampognaro 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 115-119 Dimensione file:  280 KB
DOI:  10.3280/GEST2012-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Commentando l’articolo di Cannalire, l’autore evidenzia elementi comuni tra lo psicodramma freudiano e la psicoterapia della Gestalt, come lo sfondo ideologico-epistemologico che considera fondante una lettura relazionale dell’identità e un intervento terapeutico gruppale focalizzato sui confini che separano/uniscono i partecipanti nel campo fenomenologico. Altre comunanze sono rintracciate nella considerazione dell’esperienza come strumento di consapevolezza e di cambiamento, e nel ripristino della spontaneità organismica come obiettivo di benessere. Le differenze teoriche e metodologiche individuate dall’autore (la famiglia o la pòlis come prototipo del gruppo, il contatto o i processi identificativi e/o proiettivi, la dimensione temporale dell’esperienza, il passato che si riattualizza o la focalizzazione sul now-for next, la ripetizione o la co-creazione) forniscono al lettore le chiavi di lettura per orientarsi tra le peculiarità dei due approcci terapeutici.


Keywords: Psicodramma, psicoterapia della Gestalt, obiettivo terapeutico, relazione, contatto, identificazione.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Giuseppe Sampognaro, in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2012, pp. 115-119, DOI:10.3280/GEST2012-001011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche