Clicca qui per scaricare

Tra bando e integrazione. Gli zingari nell’Italia di età moderna
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Benedetto Fassanelli 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 138 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 751-768 Dimensione file:  496 KB
DOI:  10.3280/SS2012-138004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio intende riflettere, attraverso alcune considerazioni sulla storia dei gruppi zingari in età moderna, sull’opportunità di introdurre il concetto di "ostilità" come categoria interpretativa con cui leggere i rapporti tra società maggioritarie e minoranze culturali. In particolare, si sofferma sulle forme del bando che colpiva, pressoché ovunque, gli zingari, assumendo come esemplificazioni la legislazione veneta del XVI secolo e il disegno di "riduzione" degli zingari intentato nel 1641 nello Stato pontificio. La persistenza della minoranza (nonostante i toni risolutivi del discorso repressivo e delle retoriche criminali) può essere studiata alla luce dell’idea di ostilità che rimanda ad una dimensione relazionale possibile, alla forma di integrazione di cui furono capaci le società dell’epoca. Una relazione che si regge su un equilibrio instabile, ostile appunto, ma che non potrebbe essere compresa pienamente riferendosi al più rigido binomio "tolleranza/intolleranza".


Keywords: Zingari, Repubblica di Venezia, Stato Pontificio, età moderna, riduzione.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Benedetto Fassanelli, in "SOCIETÀ E STORIA " 138/2012, pp. 751-768, DOI:10.3280/SS2012-138004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche