Clicca qui per scaricare

Transizione agraria mancata e sotto-consumo in Africa
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Sam Moyo 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 128 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 106-121 Dimensione file:  347 KB
DOI:  10.3280/SL2012-128007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La trasformazione agraria in Africa non è riuscita a causa di una combinazione di fattori, tra cui l’alienazione della terra che si è verificata soprattutto nell’Africa dei settler, e sta crescendo altrove, e il super-sfruttamento del lavoro agricolo nelle economie contadine dell’Africa non settler. Negli anni sessanta, l’alienazione dei terreni è stata interrotta, ma la cattiva integrazione del continente nel sistema capitalista mondiale ineguale, in particolare il sistema alimentare mondiale, è cresciuta sotto il neoliberismo dagli anni ottanta. Gli errori nelle politiche di aggiustamento si sono intensificati dopo la recente crisi finanziaria mondiale portando a un aumento di privatizzazioni e concentrazione dei terreni agricoli, anche sotto il controllo del capitale straniero. La persistenza della produzione di beni agricoli per l’esportazione ha minato la produzione alimentare per il consumo locale, mentre gli investimenti pubblici nelle tecnologie agricole sono diminuite. L’alternativa della sovranità alimentare centrata su piccoli produttori autonomi richiede un intervento significativo dello stato e lo sviluppo del capitale umano, per ristrutturare il sistema alimentare e per migliorare la protezione dei consumatori e del commercio. Il caso dello Zimbabwe viene presentato come esempio di resistenza agraria al neoliberismo.


Keywords: Trasformazione agraria, accumulazione mediante spoliazione, riforma agraria ridistributiva, sotto-consumo, calo della produttività, Zimbabwe



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Sam Moyo, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 128/2012, pp. 106-121, DOI:10.3280/SL2012-128007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche