Clicca qui per scaricare

Il ghetto e lo sciopero: braccianti stranieri nell’Italia meridionale
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Domenico Perrotta, Devi Sacchetto 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 128 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 152-166 Dimensione file:  276 KB
DOI:  10.3280/SL2012-128010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Oggetto di questo articolo sono i lavoratori migranti nell’agricoltura dell’Italia meridionale. Dopo una descrizione del contesto, l’articolo affronta in particolare due questioni: la seclusione in cui vivono questi lavoratori e l’organizzazione del reclutamento e del lavoro attraverso il caporalato. Due studi di caso sono messi a confronto: il villaggio-ghetto di Boreano (Potenza), che esemplifica la centralità della seclusione e del caporalato nel processo produttivo dell’agricoltura meridionale; la Masseria Boncuri di Nardò (Lecce), dove nell’agosto 2011 uno sciopero, nato anche grazie alla rottura della situazione di segregazione, ha coinvolto alcune centinaia di braccianti africani. L’analisi si basa su materiali raccolti durante ricerche qualitative - in particolare interviste in profondità e osservazione dei contesti di abitazione, lavoro e lotta dei braccianti stranieri - condotte tra il 2010 e il 2012 nelle due aree.


Keywords: Segregazione, seclusione, braccianti africani, caporalato, lavoro, Italia



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Domenico Perrotta, Devi Sacchetto, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 128/2012, pp. 152-166, DOI:10.3280/SL2012-128010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche