Clicca qui per scaricare

Le istituzioni economiche del capitalismo
Titolo Rivista: QA Rivista dell’Associazione Rossi-Doria 
Autori/Curatori: Paolo Leon 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  30 P. 7-36 Dimensione file:  839 KB
DOI:  10.3280/QU2012-004001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le istituzioni economiche del capitalismo Dopo il crollo del 2008, le principali dottrine economiche - modelli di equilibrio, ciclo reale, modelli di squilibrio - non stanno in piedi. Il problema è in parte nel velo di ignoranza di Smith: gli individui, non sapendolo, fanno l’interesse della società, e perciò ignorano gli effetti macro delle loro decisioni. Non possono apprezzare il moltiplicatore degli investimenti, quello di Leontief o quello dei depositi, non capiscono il senso del termine valore aggiunto, non possono anticipare né il progresso tecnico né la legge di Engel. Un buon modo per capire da dove ripartire è quello di paragonare le istituzioni economiche dopo la Grande Depressione con le politiche di Thatcher e Reagan: la deregolazione, la moneta endogena, lo shadow banking. Semplificando, mentre prima gli impieghi determinavano i depositi e le banche erano un servizio pubblico, dopo sono i depositi che determinano gli impieghi perché le banche sono imprese come tutte le altre: e i depositi creano solo debito, leverage, e le basi del crollo.


Keywords: Fondamenti macro della microeconomia, Il velo di ignoranza di Smith, Moneta fiduciaria, Moneta esogena, Leverage.



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Paolo Leon, in "QA Rivista dell’Associazione Rossi-Doria" 4/2012, pp. 7-36, DOI:10.3280/QU2012-004001

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche