Internazionalizzazione di Gerusalemme

Titolo Rivista: FUTURIBILI
Autori/Curatori: Menachem Klein
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 9 P. 105-113 Dimensione file: 172 KB
DOI: 10.3280/FU2011-003006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’Autore sviluppa l’idea di internazionalizzazione di Gerusalemme, attraverso la legittimazione che viene ai dominatori della città che si sono succeduti nella storia, a cominciare dagli ebrei, dai romani, dai bizantini, dai musulmani, dai cristiani, dagli inglesi e poi ancora dagli ebrei. Tale legittimazione viene analizzata nel luogo della Cittadella di Davide, del profeta e del re, e dello scrittore di Salmi, e nel luogo del Monte del Tempio. Su tali miti di luoghi si alternano diversi popoli. L’Autore osserva poi come gli israeliani alla fine riprendono una narrazione nazionale della Cittadella di Davide, in cui viene manipolata la storia anche nella stessa elaborazione del museo all’interno della stessa Cittadella.

Menachem Klein, Internazionalizzazione di Gerusalemme in "FUTURIBILI" 3/2011, pp 105-113, DOI: 10.3280/FU2011-003006