Shalom-Salam-Pace in te, Gerusalemme!

Titolo Rivista: FUTURIBILI
Autori/Curatori: Pier Francesco Fumagalli
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 13 P. 121-133 Dimensione file: 198 KB
DOI: 10.3280/FU2011-003008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’Autore sottolinea con forza il ruolo delle tre religioni che vivono a Gerusalemme, che in comune hanno il monoteismo, e che hanno dato un volto originale, unico e santo alla città, pur tra momenti di fondamentalismi e di contrapposizioni acute. Per il futuro è doveroso che si trovi con buona volontà e lungimiranza un modo concreto e giusto in cui i diversi interessi e aspirazioni siano composti in forma armonica e stabile. Ciò può avvenire sottolineando i seguenti punti salienti: 1) attenzione ai pronunciamenti internazionali, 2) rilievo degli aspetti spirituali, storici e culturali di Gerusalemme, 3) inclusione non solo dei monumenti ma anche dell’insieme della Gerusalemme storica, 4) presenza delle diverse comunità religiose che vi vivono, 5) esigenza di trovare un modo concreto e giusto per tutelare i diversi diritti di tutti con uno speciale "statuto internazionalmente garantito", 6) distinte fedi religiose ma insieme l’identità religiosa della città sotto il profilo della comune "fede monoteistica", 7) necessità di pace e riconciliazione tra Stato di Israele e popolo palestinese. L’Autore mette altresì in evidenza il ruolo della Santa Sede nel perseguire queste direzioni, e in particolare quelle di città internazionale e di città "madre di giustizia per tutte le genti, realtà unica e insieme universale".

Pier Francesco Fumagalli, Shalom-Salam-Pace in te, Gerusalemme! in "FUTURIBILI" 3/2011, pp 121-133, DOI: 10.3280/FU2011-003008