Gerusalemme tra idealismo e realismo

Titolo Rivista: FUTURIBILI
Autori/Curatori: Shlomo Hassom
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 8 P. 204-211 Dimensione file: 109 KB
DOI: 10.3280/FU2011-003013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’Autore affronta e analizza il tema della separazione o unificazione di Gerusalemme. Da una parte vi è il funzionalismo basato su un’ipotesi liberal-idealista, in cui la città è suddivisa per funzioni specifiche ma non vi è una divisione territoriale. Dall’altra parte vi è l’approccio realista che vede la soluzione nella separazione territoriale delle due Gerusalemme. L’Autore discute dell’incrocio dei due approcci, che riflette la complessità dei problemi di Gerusalemme. E così può aversi una separazione della sovranità e lo stabilimento di due municipalità; ma vi può essere anche una sovranità condivisa per siti, aree e servizi che possono perdere il loro valore se divisi o separati; ed infine una cooperazione nella sfera economica così come nei servizi è necessaria per motivi di welfare economico e sociale.

Shlomo Hassom, Gerusalemme tra idealismo e realismo in "FUTURIBILI" 3/2011, pp 204-211, DOI: 10.3280/FU2011-003013