Clicca qui per scaricare

Le professioni del sociale tra crisi e mutamento. Appunti per un’analisi
Titolo Rivista: RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE 
Autori/Curatori: Paolo De Nardis 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 4  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  25 P. 5-29 Dimensione file:  617 KB
DOI:  10.3280/SA2012-004001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Argomento del contributo sono l’evoluzione e l’articolazione delle professioni sociali. Negli anni ’80 sono state introdotte in ambito amministrativo professionalità legate alla sfera sociale per adempiere e aggiornare i nuovi compiti del welfare che una società matura sollecitava. Questo fatto ha posto in modo nuovo il rapporto tra sociologia delle professioni e le scienze sociali empiriche. Vengono quindi esaminate le attuali condizioni di lavoro delle professioni sociali. Queste sono caratterizzate da un alto grado di flessibilità e precarietà, soprattutto perché si sono imbattute nelle riforme del mercato del lavoro, particolarmente penalizzanti sia per le donne (le professioni sociali sono fortemente femminilizzate), sia per i giovani, altro segmento dell’offerta di lavoro che, volendo acquisire con una specifica formazione una professionalità nel sociale, ha poi difficoltà a collocarsi opportunamente sul mercato del lavoro. Un ulteriore aspetto indagato è quello delle professioni sociali in connessione con l’associazionismo e il volontariato e gli sviluppi che questo può avere sempre nell’ambito dell’ implementazione delle politiche pubbliche.


Keywords: Professioni, politiche pubbliche, welfare

Paolo De Nardis, in "RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE" 4/2012, pp. 5-29, DOI:10.3280/SA2012-004001

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche