Clicca qui per scaricare

Il lavoro e il suo mercato. Il Sistema Informativo sulle Professioni e lo sfruttamento dei giacimenti di dati statistici e amministrativi
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Cataldo Scarnera 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 129 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 81-99 Dimensione file:  594 KB
DOI:  10.3280/SL2013-129006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio offre una panoramica sull’evoluzione avvenuta nel nostro paese per rispondere alle esigenze di creare standard di classificazione e di rappresentazione delle professioni unici e condivisi fra i diversi soggetti che operano in materia di politiche del lavoro e di formazione professionale. In particolare il contributo illustra l’attuale stato dell’arte del "Sistema Informativo sulle Professioni", fornendo un quadro ragionato ed interpretato delle logiche e delle risorse esistenti, con specifica attenzione all’architettura del sistema e alle soluzioni tecniche adottate al fine di affrontare i problemi di integrazione e di comparabilità dei dati, con l’obiettivo di garantire qualità, trasparenza ed imparzialità dellinformazione restituita; in tale senso sono poste in evidenza anche le difficoltà dell’azione istituzionale attorno alla produzione ed alluso di rappresentazioni del lavoro pubbliche e comuni. L’analisi si conclude illustrando le caratteristiche di una prima sperimentazione, condotta nell’ambito del "Sistema Informativo sulle Professioni", volta ad individuare modi di costruire un dataset unico delle informazioni gestite dal sistema, sulla logica degli open data, integrando in modo non gerarchico e non relazionale i volumi di dati prodotti in modo disomogeneo dai diversi partner, ad ulteriore arricchimento delle basi di dati accessibili alla ricerca sul mercato del lavoro.


Keywords: Sistema informativo sulle professioni Occupational Information Network (O*NETTM), classificazioni, mercato del lavoro, collaborazione istituzionale

  1. APDOT - Advisory Panel for the Dictionary of Occupational Titles (1993), The New DOT: A Database of Occupational Titles for the Twenty-First Century, Washington, D.C.: U.S. Department of Labor, Employment and Training Administration
  2. ECIPA CNA, Fondazione G. Brodolini (2003), Step Project. Stock and Trends in the European Professions, Donzelli
  3. Gallo F., Scalisi P., Scarnera A., a cura di (2009), L’Indagine sulle professioni – Anno 2007. Contenuti, metodologia e organizzazione, Collana Metodi e Norme, Istat
  4. Isfol (2007), Nomenclatura e Classificazione delle Unità Professionali, Collana Temi&Strumenti-Studi e ricerche n. 36
  5. Istat (1951), Classificazione delle professioni arti e mestieri e delle posizioni economicamente non attive, Istituto Centrale di Statistica
  6. Mereu M.G., Scarnera C. (2011), Esplorare le professioni. Un sistema informativo unico incentrato sulla NUP, Osservatorio Isfol, anno 1, n. 1
  7. Peterson N.G., Mumford M.D., Borman W.C., Jeanneret P.R., Fleishman E.A. (1995), Development of Prototype Occupational Information Network (O*NET) Content Model, Salt Lake City: Utah Department of Employment Security, 2 voll.
  8. Scarnera A., a cura di (2002), Classificazione delle Professioni, Metodi e Norme, nuova serie n. 12, 2001, Istat
  9. Scarnera A. (2004), Il dizionario delle professioni tecniche. Uno studio di fattibilità, in Quaderni degli Annali dell’Istruzione, n. 103-104, Allegato 8

Cataldo Scarnera, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 129/2013, pp. 81-99, DOI:10.3280/SL2013-129006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche