Clicca qui per scaricare

Il sistema produttivo dell’elettronica di Catania
Titolo Rivista: QA Rivista dell’Associazione Rossi-Doria 
Autori/Curatori: Maurizio Avola, Alberto Gherardini, Rosanna Nisticò 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  25 P. 143-167 Dimensione file:  310 KB
DOI:  10.3280/QU2013-001006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il sistema produttivo dell’elettronica di Catania L’articolo analizza le trasformazioni recenti del sistema produttivo dell’elettronica di Catania. Si tratta di un sistema locale che negli anni Novanta ha sperimentato una fase di rapido sviluppo grazie alla convergenza tra politiche pubbliche, costruzione di capitale sociale, consolidamento di capitale umano specifico e leadership di alcuni attori istituzionali locali. Da qualche anno, però, l’elettronica catanese sta attraversando una fase delicata di rallentamento e riposizionamento, le cui cause sono riconducibili tanto a fattori endogeni (scollamento istituzionale), quanto a dinamiche esterne all’area (crisi economica, crescente differenziazione e complessità organizzativa del settore e orientalizzazione della catena del valore).


Keywords: Distretti ad alta tecnologia, Complementarità istituzionali, Crisi economica, Catena del valore, Trasformazione dei modelli organizzativi

  1. Agrawal A., Cockburn I. (2003), «The Anchor Tenant Hypothesis: Exploring the Role of Large, Local, R&D-Intensive Firms in Regional Innovation System», International Journal of Industrial Organization, 21, pp. 1227-1253.
  2. Arcidiacono D., Avola M. (2012), «Apprendere per competere: le carriere nell’ICT», in Cortese A. (a cura di), Carriere mobili. Percorsi lavorativi di giovani istruiti nel Mezzogiorno, Franco Angeli, Milano, pp. 265-299.
  3. Avola M., Azzolina L., Giullari B., Giambalvo M., Giunta R., Lucido S., Manzo C., Rizza R. (2012), «Il saper fare diffuso», in Casavola P., Trigilia C. (a cura di), La nuova occasione. Città e valorizzazione delle risorse locali, Donzelli, Roma, pp. 277-356.
  4. Baglieri D., Leonardi A. (2003), «Le risorse umane e i processi di accumulazione della conoscenza come elemento distintivo per lo sviluppo dei saperi locali», in Buttà C., Schillaci C.E. (a cura di), Microelettronica & saperi locali. Ipotesi di sviluppo di un polo high tech a Catania, Giappichelli, Torino, pp. 141-169
  5. Bugamelli M., Cannari L., Lotti F., Magri S. (2012), «Il gap innovativo del sistema produttivo italiano: radici e possibili rimedi», Questioni di Economia e Finanza (Occasional Papers), 121, Banca d’Italia, Roma, pp. 1-66.
  6. Burroni L., Trigilia C. (2011), Le città dell’innovazione. Dove e perché cresce l’alta tecnologia in Italia, il Mulino, Bologna.
  7. Buttà C., Schillaci C.E. (a cura di) (2003), Microelettronica & saperi locali. Ipotesi di sviluppo di un polo high tech a Catania, Giappichelli, Torino
  8. Caristo F., Ciaccio G. (2002), «Il settore dell’elettronica a Catania», in Butera S., Ciaccio G. (a cura di), Aspetti e tendenze dell’economia siciliana, il Mulino, Bologna, pp. 155-182
  9. Cersosimo M., Viesti G. (2013), «Alta tecnologia a Mezzogiorno: dinamiche di sviluppo e politiche industriali», QA – Rivista dell’Associazione Rossi-Doria, 1, pp. 7-45
  10. Chang S.H., Pai P.F., Yuan K.J., Wang B.C., Li R.K. (2003), «Heuristic PAC Model for Hybrid Mto and Mts Production Environment», International Journal of Production Economics, 85, pp. 347-358.
  11. Di Guardo C., Schillaci C.E. (2003), «Le prospettive di sviluppo di un aggregato territoriale high tech: il caso di Catania», in Cesaroni F. e Piccaluga A. (a cura di), Distretti industriali e distretti tecnologici. Modelli possibili per il Mezzogiorno, Franco Angeli, Milano, pp. 189-202.
  12. Ernst D. (2005), «Complexity and Internationalisation of Innovation – Why is Chip Design Moving to Asia?», International Journal of Innovation Management, 9, 1, pp. 47-73.
  13. Gereffi G. (2005), «The Global Economy: Organization, Governance, and Development », in Smelser N.J., Swedberg R. (eds.), The Handbook of Economic Sociology, Princeton University Press, Princeton, pp. 160-182.
  14. Gereffi G., Humphrey J., Sturgeon T. (2005), «The Governance of Global Value Chains», Review of International Political Economy, 12, 1, pp. 78-104.
  15. Gherardini, A. (2010), «L’offerta di innovazione: università, centri di ricerca e imprese», in Asso P.F., Trigilia C. (a cura di), Remare controcorrente. Imprese e territori dell’innovazione in Sicilia, Donzelli, Roma, pp. 213-233
  16. Gherardini, A., Biagiotti, A., Russo A. (2012), «Le conoscenze scientifiche», in Casavola P., Trigilia C. (a cura di), La nuova occasione. Città e valorizzazione delle risorse locali, Donzelli, Roma, pp. 213-275
  17. Hung S.W., Yang C., Lee C.F. (2004), «The Vertical Disintegration of Taiwan’s Semiconductor Industries: Price and Non-Price Factors», Review of Pacific Basin Financial Markets and Policies, 7, 4, pp. 547-569.
  18. Laredo P. (2007), «Revisiting the Third Mission of Universities: Toward a Renewd Categorization of University Activities?», Higher Education Policy, 20, pp. 441-456.
  19. Lawton Smith H. (2006), Universities, Innovation and the Economy, Routledge, London.
  20. Lawton Smith H. (2011), «Imprese ad alta tecnologia, università e sviluppo nella Regione di Oxford», Stato e Mercato, 93, pp. 451-478., 10.1425/35980DOI: 10.1425/35980
  21. Lee C.M., Miller W., Hancock M., Rowen H. (eds.) (2000), The Silicon Valley Edge. A Habitat for Innovation and Entrepreneurship, Stanford University Press, Palo Alto (Ca).
  22. Li Y.T., Huang M.H., Chen D.Z. (2011), «Semiconductor Industry Value Chain: Characters’ Technology Evolution», Industrial Management & Data Systems, 111, 3, pp. 370-390
  23. Markusen A. (1996), «Sticky Places in Slippery Space: A Tipology of Industrial Districts», Economic Geography, 72, 3, pp. 293-313
  24. Moulaert F., Sekia F. (2003), «Territorial Innovation Models: A Critical Surveys», Regional Studies, 37, 3, pp. 289-302.
  25. Netval (2010), La valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica cresce. La sfida continua, Settimo Rapporto Netval sulla Valorizzazione della Ricerca nelle Università Italiane, Milano
  26. Oecd (2010), Oecd Information Technology Outlook 2010, Paris
  27. Novarina G. (2011), «Verso la città dell’innovazione? L’area metropolitana di Grenoble», Stato e Mercato, 93, pp. 395-420., 10.1425/35978DOI: 10.1425/35978
  28. Potter J. (2009), «The Micro-Nanotechnology Cluster of Grenoble, France», in Potter J., Miranda G. (eds.), Clusters, Innovation and Entrepreneurship, Oecd, Paris, pp. 43-72.
  29. Schillaci C.E., Di Gesù C., Di Guardo C. (2001), «Microelettronica e imprenditorialità: verso la creazione di un polo high tech nell’area catanese», Economia & Management, 1, pp. 75-90
  30. Schillaci C.E., Leonardi A. (2010), «Remare controcorrente: il riposizionamento strategico di Etna Valley», Strumenti Res, 1, available on line: http://www. strumentires.com (last access: 20 January 2013).
  31. Schillaci C.E., Virgillito D. (2004), «Catania: “fertilità” territoriale e Ict», L’Impresa, 5, pp. 56-64
  32. Trigilia C. (2009), Sociologia economica, II Vol., Temi e percorsi contemporanei, il Mulino, Bologna
  33. Trigilia C. (2011), «Perché non si è sciolto il nodo del Mezzogiorno? Un problema di sociologia economica», Stato e Mercato, 91, pp. 41-76., 10.1425/34545DOI: 10.1425/34545
  34. Wu S.L. (2003), Industry Dynamics Within Semiconductor Value Chain. IDM, Foundry and Fabless, Master in Science and Management of Technology Thesis, Mit
  35. Wu M.C., Jiang J.H., Chang W.J. (2008), «Scheduling a Hybrid Mto/Mts Semiconductor Fab with Machine-Dedication Features», International Journal of Production Economics, 112, 2, pp. 416-426.

Maurizio Avola, Alberto Gherardini, Rosanna Nisticò, in "QA Rivista dell’Associazione Rossi-Doria" 1/2013, pp. 143-167, DOI:10.3280/QU2013-001006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche