Clicca qui per scaricare

Chi è in/sicuro sul lavoro? Il difficile intreccio tra lavori temporanei e cultura della sicurezza
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Elisa Bellè, Anna Carreri, Francesco Miele, Annalisa Murgia 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 130 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 140-153 Dimensione file:  273 KB
DOI:  10.3280/SL2013-130009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo mira a comprendere in qual modo il lavoro temporaneo porti a riconfigurare i processi di costruzione dell’in/sicurezza nei luoghi di lavoro. A questo scopo il contributo si sofferma su alcune delle interviste svolte nell’ambito di una ricerca inerente le relazioni tra condizioni di sicurezza e lavoro temporaneo nei settori della cura e della ristorazione. Viene in primo luogo messo in evidenza il fatto che ad impedire l’apprendimento di modi di lavorare sicuri sia l’intrecciarsi della temporaneità contrattuale con altri elementi di vulnerabilità, quali ad esempio lo scarso livello di esperienza o la condizione di migrante. In secondo luogo, l’articolo mostra come quest’insieme di elementi porti i soggetti che lavorano con contratti a termine a dover apprendere come muoversi all’interno di ambienti in/ sicuri, facendosi dunque carico dei costi della sicurezza, o addirittura a dover trascurare del tutto la propria salute lavorativa, delineando, quindi, delle vere e proprie "carriere vulnerabili".


Keywords: Lavoro temporaneo, salute lavorativa, cultura della sicurezza, intersezionalità

  1. Barrett B., Sargeant M. (2008), Health and Safety Issues in New Forms of Employment and Work Organization. International Journal of Comparative Labour Law and Industrial Relations, 24, 2: 243-261.
  2. Benach J. (2000), The health-damaging potential of new types of flexible employment. American Journal of Public Health, 90: 1316-1317,, DOI: 10.2105/AJPH.90.8.1316
  3. Biagi M. et al. (2001), Tipologie di lavoro atipico e tutela dell’ambiente di lavoro. Roma: IIMS.
  4. Brenner M.D. et al. (2004), Flexible Work Practices and Occupational Safety and Health. Industrial Relations, 43, 1: 242-266,, DOI: 10.1111/j.0019-8676.2004.00325.x
  5. Brown I., Misra J. (2003), The Intersection of Gender and Race in the Labor Market. Annual Review of Sociology, 29: 487-513,, DOI: 10.1146/annurev.soc.29.010202.100016
  6. Cooper M.D. (2000), Towards a model of safety culture. Safety Science, 36: 111-136,, DOI: 10.1016/S0925-7535(00)00035-7
  7. Di Nunzio D., a cura di (2011), Rischi sociali e per la salute. Le condizioni di lavoro dei giovani in Italia. Roma: Ediesse.
  8. EU-OSHA (2009), Workface diversity and risk assessment: Ensuring everyone is covered, Bilbao,, DOI: 10.2802/11532
  9. Eurispes-Ispesl (2003), Incidenti sul lavoro e lavoro atipico. Roma.
  10. Eurofound (2007), Working time flexibility in European companies. Dublino.
  11. Gherardi S., Nicolini D., Odella F. (1997), La cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro. Sviluppo & Organizzazione, v. 162: 15-30.
  12. Gherardi S., Nicolini D. (2000), The Organizational Learning of Safety in Communities of Practice. Journal of Management Inquiry, 9, 1: 7-10,, DOI: 10.1177/105649260091002
  13. IRES (2006), Dinamiche d’impresa, flessibilità contrattuale e impatti sulla salute e sicurezza nella percezione dei lavoratori. Roma.
  14. Moffa G. (2012), La resistibile ascesa del lavoro flessibile. Incidenti e morti sul lavoro. Roma: Ediesse.
  15. Pidgeon N. (1991), Safety culture and risk management in organizations. Journal of Cross-Cultural Psychology, 22: 129-141,, DOI: 10.1177/0022022191221009
  16. Quinlan M. (1999), The Implications of Labor Market Restructuring in Industrialized Societies for Occupational Health and Safety. Economic and Industrial Democracy, 20, 3: 427-460,, DOI: 10.1177/0143831X99203005
  17. Turner B.A. (1992), The Sociology of Safety. In: Blockey D., eds, Engineering Safety. London: McGraw-Hill.
  18. Underhill E., Quinlan M. (2011), How precarious employment affects health and safety at work: the case of temporary agency workers. Relations Industrielles, 66, 3: 397-421,, DOI: 10.7202/1006345ar
  19. Walby S. (2007), Complexity Theory, Systems Theory, and Multiple Intersecting Social Inequalities. Philosophy of the Social Sciences, 37, 4: 449-470,, DOI: 10.1177/0048393107307663

Elisa Bellè, Anna Carreri, Francesco Miele, Annalisa Murgia, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 130/2013, pp. 140-153, DOI:10.3280/SL2013-130009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche