Clicca qui per scaricare

Le condizioni di lavoro dei giovani tra rilevazione oggettiva e percezione soggettiva
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Davide Dazzi, Daniele Dieci 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 130 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 154-171 Dimensione file:  480 KB
DOI:  10.3280/SL2013-130010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo pone a confronto due diversi approcci di analisi relativamente al rapporto tra giovani e rischi sul lavoro cercando di analizzare se alcune chiavi di lettura tipiche del mercato del lavoro possano essere ri-adattate al tema delle condizioni di lavoro e individuare quali possano essere possibili strumenti di intervento per rilanciare la relazione tra i lavoratori (giovani) ed il lavoro, e quindi anche tra lavoratori e qualità del lavoro. In seconda battuta, l’articolo si propone di rilevare se ed in che misura la relazione tra giovani e rischio sul lavoro trovi una propria spiegazione nei termini di paragone o debba passare attraverso un processo di "annientamento dei nomi" e "approfondimento dei processi", ovvero se le condizioni di lavoro dei giovani siano strettamente dipendenti dallo stato anagrafico di "giovane" o rispondano a fenomeni sociali che trovano nel giovane lavoratore/lavoratrice la loro manifestazione.


Keywords: Giovani, rischio, lavoro, condizioni, qualità, relazione

  1. Accornero A. (2005), Il lavoro dalla rigidità alla flessibilità. E poi? Sociologia del Lavoro, 100: 9-24,, DOI: 10.1400/68444
  2. Accornero A. (2003), La “grande trasformazione” nel mondo al lavoro. Economia e Società regionale, volume I: 5-23.
  3. Altieri G., Dota F., Ferrucci G. (2009), Dalla flessibilità necessaria alla precarietà sociale. In Altieri G. (a cura di), Un mercato del lavoro atipico. Roma: Ediesse.
  4. Borghi V. (2010), Giovani, lavoro e cittadinanza sociale. In: Ires Emilia-Romagna (a cura di), Giovani, lavoro e cittadinanza sociale: il lavoro delle capacità. Materiali Ires Emilia-Romagna, pp. 56-62.
  5. Castel R. (2009), Le jeunes ont-ils un rapport spécifique au travail? In: Idem, La montée des incertitudes. Paris: Seuil.
  6. Chicchi F. (2009), Il disagio della giovinezza: dimensioni e ambivalenze del lavoro giovanile contemporaneo. ERE Emilia-Romagna-Europa, 3: 22-31.
  7. Damiani M., Pompei F., Ricci A. (2011), Temporary job protection and productivity growth in EU economies. In Munich Personal RePEc Archivi.
  8. Dazzi D., Felicioni S. (2008), Salute e sicurezza sul lavoro: analisi di un percorso. In: Bressan A., Dazzi D., Felicioni S., Gagliardi C., Rubini G. (a cura di), La salute e la sicurezza sul lavoro nelle piccole e medie imprese italiane, un approccio socialmente responsabile. Milano, I-CSR (pp. 4-24).
  9. Di Nunzio D. (2011), Rischi sociali e per la salute – Le condizioni di lavoro dei giovani in Italia. Roma: Ediesse.
  10. Gallino L. (1983), Informatica e qualità del lavoro. Torino: Einaudi.
  11. Gallino L. (1989), Lavoro e spiegazione sociologica. Sociologia del lavoro, 29.
  12. Herzberg F. (1959), The motivation to Work. New York: Wiley & Son.
  13. Ires Emilia-Romagna, a cura di (2010), Giovani, lavoro e cittadinanza sociale: il lavoro delle capacità. Materiali Ires Emilia-Romagna.
  14. Ires Emilia-Romagna (2012), Condizioni di vita e lavoro in provincia di Bologna. Materiali Ires Emilia-Romagna.
  15. Isfol (2011), La buona occupazione – I risultati delle indagini Isfol sulla qualità del lavoro in Italia. Roma: Isfol.
  16. Istat (2008), Salute e Sicurezza sul Lavoro, II trimestre 2007, Roma: Istat. La Rosa M., a cura di (1983), Qualità della vita e qualità del lavoro. Sociologia del lavoro, 17/18.
  17. La Rosa M. (1997), Qualità del lavoro e partecipazione: verso nuove modalità di approccio al problema? Sociologia del lavoro, 68: 109-121.
  18. Leonardi L. (2009) Capacitazioni, lavoro e welfare. La ricerca di nuovi equilibri tra stato e mercato: ripartire dall’Europa? Stato e mercato, 85: 31-62,, DOI: 10.1425/29256
  19. Maslow A. (1973), Motivazione e personalità. Roma: Armando.
  20. Paci M. (2005), Nuovi lavori nuovo welfare. Bologna: il Mulino.
  21. Polanyi K. (1974), La grande trasformazione. Torino: Einaudi.
  22. Rubini G. (2001), Lavori tradizionali in trasformazione, lavori emergenti: desideri di autonomia, flessibilità e nuove dipendenze. Quali profili di rischio, quale salute e quale sicurezza? In: Istituto per il lavoro (a cura di), Salute e sicurezza nel lavoro in Emilia-Romagna, 1° Rapporto annuale. Milano: FrancoAngeli, pp. 112-141.
  23. Vogel L. (2006), Bulletin d’information. Bruxelles: Dipartimento salute e sicurezza Etui-Rehs.
  24. Wiso 34 Sonderheft Insito-Projekt (2011), Europäische Antworten auf die Finanzund Wirtschaftskrise.

Davide Dazzi, Daniele Dieci, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 130/2013, pp. 154-171, DOI:10.3280/SL2013-130010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche