Lutto e legami

Titolo Rivista: GRUPPI
Autori/Curatori: Maria Luisa Drigo
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 91-105 Dimensione file: 122 KB
DOI: 10.3280/GRU2012-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il tema del lutto viene affrontato in questo lavoro nella prospettiva della teoria dei legami, quindi con riferimenti teorici a una parte della psicoanalisi francese e al pensiero di Racamier in modo specifico. La prospettiva del legame spinge a interessarsi di cosa accade al legame stesso quando muore una delle due persone che avevano costruito e vivevano quel legame. Il legame tra il sopravvissuto e il defunto rimane, ma si trasforma. Vengono discusse le qualità di questo legame senza corporeità, senza reciprocità, senza futuro, basato invece sull’eredità. Attraverso la teoria del legame, vengono presentate delle situazioni psicopatologiche che si incontrano nella clinica e che suggeriscono come il lavoro del lutto non sia solo una questione individuale ma possa coinvolgere drammaticamente altri soggetti delle generazioni successive.

Maria Luisa Drigo, Lutto e legami in "GRUPPI" 2/2012, pp 91-105, DOI: 10.3280/GRU2012-002007