Clicca qui per scaricare

Rilevazione e individuazione di ostacoli con diverso grado di prevedibilità nella guida automobilistica
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA  
Autori/Curatori: Alice Cancer, Carlo Alberto Meinero, Alessandro Antonietti 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 639-652 Dimensione file:  270 KB
DOI:  10.3280/RIP2012-004004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La ricerca ha l’obiettivo di rilevare le differenze nei tempi di reazione di soggetti patentati all’interno di un contesto simulato di guida al fine di valutare l’influenza del livello di prevedibilità di un ostacolo. I tempi di reazione sono stati misurati durante lo svolgimento di due tipologie differenti di compiti: semplice rilevazione dell’ostacolo e identificazione (e denominazione) dello stesso. I risultati mostrano un effetto della prevedibilità dello stimolo sui tempi di risposta in entrambe le condizioni (maggiori nel caso di stimoli imprevedibili). Si è inoltre rilevato uno scarto tra i tempi di rilevazione e identificazione in funzione della prevedibilità.


Keywords: Psicologia del traffico, simulazione di guida, tempi di reazione, prevedibilità stimolo

  1. Antonietti, A. (2009). Percezione e riconoscimento del pericolo nell’incidente stradale. Atti dell convegno dell’Associazione per lo Studio e l’Analisi degli Incidenti Stradali (ASAIS) e di EVU Italia-Country Group Italiano di EVU. Milano, 31 ottobre 2009, pp. 75-92.
  2. Blais, A.R., & Weber, E.U. (2006). A Domain-Specific Risk-Taking (DOSPERT) scale for adult populations. Judgment and Decision Making, 1, 33-47.
  3. Chapman, P., & Underwood, G. (1998). Visual search of driving situations: Danger and expertise. Perception, 27, 951-964., 10.1068/p270951DOI: 10.1068/p270951
  4. Crundall, D., Underwood, G., & Chapman, P. (2002). Attending to the peripheral world while driving. Applied Cognitive Psychology, 16, 459-475., 10.1002/acp.806DOI: 10.1002/acp.806
  5. Greenshields, B.D. (1936). Reaction time in automobile driving. Journal of Applied Psychology, 20(3), 355-361., 10.1037/h0063672DOI: 10.1037/h0063672
  6. Greenshields, B.D. (1961). Investigating traffic, highway events in relation to driver-actions. Traffic Quarterly, 15, 664-676.
  7. Neisser, U. (1976). Cognition and reality. San Francisco: Freeman.
  8. Rivano, V. (2009). Ricostruzione della dinamica degli incidenti stradali. Le indagini, Firenze: University Press.
  9. Triggs, T., & Harris, W. (1982). Reaction time of drivers to road stimuli. Monash University, Human Factors Report HFR-12.
  10. Underwood, G., Chapman, P., Berger, Z., & Crundall D. (2003). Driving experience, attentional focusing, and the recall of recently inspected events. Transportation Research, Part. F 6, 289-304., 10.1016/j.trf.2003.09.002DOI: 10.1016/j.trf.2003.09.002
  11. Vangi, D., & Rivano, V. (2011). Il tempo di reazione del conducente: cause di variabilità. In Vangi, D., Rivano, V. (Eds.), Ricostruzione della dinamica di incidenti stradali. Firenze: University Press.

Alice Cancer, Carlo Alberto Meinero, Alessandro Antonietti, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 4/2012, pp. 639-652, DOI:10.3280/RIP2012-004004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche