Clicca qui per scaricare

Socialità, omofilia e povertà urbana
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA URBANA E RURALE 
Autori/Curatori: Tommaso Vitale 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 101  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 136-148 Dimensione file:  239 KB
DOI:  10.3280/SUR2013-101011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il dibattito più recente sulla povertà urbana ha sollevato due principali questioni, relative al ruolo delle organizzazioni e dei servizi sociali nel sostenere ed estendere il capitale sociale, e agli effetti della segregazione sulle reti personali dei poveri. Il libro di Eduardo Marques (2012) su San Paolo analizza 239 reti personali per rispondere a queste domande. Mostra come la relazione fra segregazione spaziale e reti personali non sia lineare, e che le reti dei poveri possono variare, per estensione così come per tipo di sfera di socialità coinvolta. Le reti caratterizzate da una forte omofilia e da un maggiore grado di localismo, con una società basata essenzialmente sulla sfera familiare e dei legami di vicinato, sono correlate alle peggiori condizioni sociali, perché tendono a restringere l’accesso a beni e servizi materiali e immateriali. Lo studio empirico della povertà urbana a San Paolo apre a riflessioni più ampie sul senso della comparazione fra città del Nord e del Sud, ma anche sul valore euristico di spiegazioni basati su meccanismi relazionali (tra cui l’economia dei legami o l’associazione fra fiducia e omofilia).


Keywords: Diseguaglianze urbane, segregazione, sociologia urbana, capitale sociale, network analysis, povertà. Abstracts in inglese

  1. Allard S.W., Small M.L. (2013). Reconsidering the Urban Disadvantaged: The Role of Systems, Institutions, and Organizations. The ANNALS of the American Academy of Political and Social Science, 647., DOI: 10.1177/000271621347931
  2. Almond G.A., Coleman J.S., (1960). (a cura di). The Politics of the Developing Areas. Princeton, N.J.: Princeton University Press.
  3. Andreotti A. (2006). Coping Strategies in a Wealthy City of Northern Italy. International Journal of Urban and Regional Research, 30., DOI: 10.1111/j.1468-2427.2006.00669.
  4. Barbera F., Negri N. (2005). La connessione micro–macro. Azione-aggregazione-emersione. In Borlandi M., Sciolla L., (a cura di). La spiegazione sociologica. Bologna: il Mulino.
  5. Benassi D. (2002). Tra benessere e povertà. Sistemi di welfare e traiettorie di impoverimento a Milano e Napoli. Milano: FrancoAngeli.
  6. Bergamaschi M. (1999). Ambiente urbano e circuito della sopravvivenza. Milano: FrancoAngeli.
  7. Bergamaschi M., De Luise D., Gagliardi A., (2007). (a cura di). San Marcellino: operatori nel sociale in trasformazione. Milano: FrancoAngeli.
  8. Bergamaschi M., De Luise D., Gagliardi A. (2007). (a cura di). San Marcellino: educazione al lavoro e territori. Milano: FrancoAngeli.
  9. Blokland T., Savage M. (2008). (a cura di). Networked Urbanism: Social Capital in the City. Aldershot: Ashgate.
  10. Briggs X. (2005). Social capital and segregation in thee united States. In: Varady D., (ed.). Desegregating the city. Albany: Suny Press.
  11. Cordella G. (2009). Intrappolamenti. In: Torri R., Vitale T., (a cura di). Ai margini dello sviluppo urbano. Uno studio su Quarto Oggiaro. Milano: Bruno Mondadori.
  12. de Leonardis O. (1997). Declino della sfera pubblica e privatismo. Rassegna Italiana di Sociologia, 2., DOI: 10.1423/245
  13. de Leonardis O., Vitale T. (2001). Forme organizzative del terzo settore e qualità sociale. In: La Rosa M., a cura di, Le organizzazioni nel nuovo Welfare: l’approccio sociologico. Pubblico, privato sociale, cooperazione e non profit. Rimini: Maggioli.
  14. Gielis R. (2009). A global sense of migrant places: towards a place perspective in the study of migrant transnationalism. Global Networks, 2.
  15. , DOI: 10.1111/j.1471-0374.2009.00254.
  16. Grossetti M. (2005). Where do social relations come from?: A study of personal networks in the Toulouse area of France. Social Networks, 4., DOI: 10.1016/j.socnet.2004.11.00
  17. Guidicini P., Pieretti G., a cura di (1998). Città globale e città degli esclusi. Una esperienza di welfare mix nel settore delle emarginazioni gravi. Milano: FrancoAngeli.
  18. Hall P.A. (2007). The Dilemmas of Contemporary Social Science. Boundary 2, 3.
  19. , DOI: 10.1215/01903659-2007-01
  20. Kazepov Y. (1999). At the Edge of Longitudinal Analysis. Welfare Institutions and Social Assistance Dynamics. Quality & Quantity, 3., DOI: 10.1023/A:100465290512
  21. Kazepov Y. (2001). The law and the poor: institutional support and economic need in Italy. In: Kjønstad A., Robson P., (a cura di). Poverty and the Law, Vol. 2. Oxford: Hart Publishing.
  22. Lagrange H. (2010). Le déni des cultures. Paris: Seuil.
  23. Marques E. (2012). Opportunities and Deprivation in the Urban South. Surrey-UK: ASHGATE.
  24. Massey D. (2005). For Space. London: Sage.
  25. McPherson M., Smith-Lovin L., Cook J. (2001). Birds of feather: homophily in social networks. Annual Review of Sociology, 27., DOI: 10.1146/annurev.soc.27.1.41
  26. Mingione E. (1996). (a cura di).Urban Poverty and the Underclass. A Reader. Oxford: Blackwell.

Tommaso Vitale, in "SOCIOLOGIA URBANA E RURALE" 101/2013, pp. 136-148, DOI:10.3280/SUR2013-101011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche