Clicca qui per scaricare

Come cambia la forza lavoro nel sistema scolastico. Le tendenze demografiche degli insegnanti italiani, 1990-2010
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Gianluca Argentin 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 131 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 74-88 Dimensione file:  462 KB
DOI:  10.3280/SL2013-131005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo analizza in chiave di sociologia del lavoro il mutamento demografico degli insegnanti italiani, dal 1990 fino al 2010. Per questa occupazione si sono osservati processi di femminilizzazione e invecchiamento. Solo quest’ultimo è però peculiare degli insegnanti, mentre la femminilizzazione ha riguardato tutto il corrispondente segmento di mercato del lavoro. Il più rapido invecchiamento della popolazione degli insegnanti italiani e la contemporanea crescita del loro svantaggio in termini di maggiore instabilità occupazionale mettono in luce la rilevanza dei processi di reclutamento, modellati soprattutto dalla mano pubblica. Coerentemente con questo aspetto, la recente crisi economica non sembra aver influenzato l’instabilità occupazionale degli insegnanti, perlomeno sino al 2010. Nelle conclusioni si traggono le implicazioni derivanti da questo studio per i sociologi economici e per il disegno delle future politiche di reclutamento degli insegnanti.


Keywords: Insegnanti, mercato del lavoro degli insegnanti, femminilizzazione, invecchiamento, reclutamento degli insegnanti, caratteristiche demografiche degli insegnanti

  1. Barbieri P. e Scherer S. (2007), “Vite svendute, Uno sguardo analitico sulla costruzione sociale delle prossime generazioni di esclusi”, in Polis, vol. 21, no. 3, pp. 341-362,, DOI: 10.1424/25692
  2. Castells M. (2000), “The Rise of the Network Society. The Information Age: Economy”, Society and Culture (vol. 1). Malden: Blackwell.
  3. Cavalli A. (a cura di) (2000), Gli insegnanti nella scuola che cambia. Seconda indagine Iard sulle condizioni di vita e di lavoro nella scuola italiana, Bologna: il Mulino.
  4. Cavalli A. e Argentin G. (a cura di) (2010), Gli insegnanti italiani: come cambia il modo di fare scuola. Terza indagine dell’Istituto IARD sulle condizioni di vita e di lavoro nella scuola italiana, Bologna: il Mulino.
  5. Cipollone P. e Sestito P. (2010), Il capitale umano. Come far fruttare i talenti, Bologna: il Mulino.
  6. Corcoran S.P., Evans W.N. e Schwab R.M. (2004), “Women, the Labor Market, and the Declining Relative Quality of Teachers”, in Journal of Policy Analysis and Management, vol. 23, n. 3, 449-470 (2004).
  7. de Lillo A. (2010), Insegnanti e diseguaglianze sociali, in Cavalli e Argentin (a cura di).
  8. Fisher L. (2010), L’immagine della professione di insegnante, in Cavalli e Argentin (a cura di).
  9. Fondazione Giovanni Agnelli (2010), Rapporto sulla scuola in Italia 2010, Bari-Roma: Laterza.
  10. Fondazione Giovanni Agnelli (2011), Rapporto sulla scuola in Italia 2011, Bari-Roma: Laterza.
  11. Gerosa T. (2012), Italian School Teachers Atypical Employment and Job Satisfaction, poster presentato alla conferenza “Employability and the Graduate Labour Market” della British Sociological Association, 22 giugno 2012, University of Leicester.
  12. Gualmini E. (1998), La politica del lavoro, Bologna: il Mulino.
  13. Gui M. (2010), L’uso didattico delle ICT, in Cavalli e Argentin (a cura di).
  14. Hanushek E.A. e Rivkin S.G. (2010), “Using Value-Added Measures of Teacher Quality”, in The American Economic Review, vol. 100, n. 2.
  15. Ingersoll R.M. (2007), “Who Controls Teachers’ Work? Power and Accountability”, in America’s Schools, Harvard: Harvard University Press.
  16. Ingersoll R.M. e Merrill L. (2010), “Who’s Teaching Our Children?”, in Educational Leadership, vol. 67, n. 8.
  17. Meraviglia C. (2011), Il prestigio dei docenti della scuola secondaria inferiore, report a uso interno per la Fondazione Giovanni Agnelli.
  18. Nye B., Kostantopoulos S. e Hedges L.V. (2004), “How large are teacher effects?”, in Educational Evaluation and Policy Analysis, vol. 26 n. 3 pp. 237-257,, DOI: 10.3102/01623737026003237
  19. OECD (2005), Teachers Matter. Attracting, developing and retaining effective teachers, Paris: OECD.
  20. OECD (2010), Education at a glance, Parigi: OECD.
  21. Reyneri E. e Centorrino M. (2007), Stabilità e precarietà del lavoro, tra pubblico e privato, in Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea (a cura di), IX Rapporto sulla condizione occupazionale dei laureati. Dall’università al lavoro in Italia e in Europa, Bologna: il Mulino.
  22. Santiago P. (2004), “The Labour Market for Teachers”, in Johnes (a cura di), International handbook on the economics of education, Edward Elgar Pub.
  23. Scheerens J. (2007), Review and meta-analyses of school and teaching effectiveness, reperibile al sito www.iqb.hu-berlin.de/lehre/dateien/rapportScherens.pdf.
  24. Schizzerotto A. (2000), La condizione sociale e la carriera lavorativa degli insegnanti italiani, in Cavalli (a cura di).



  1. Sara Viotti, Mara Martini, Daniela Converso, Are there any job resources capable of moderating the effect of physical demands on work ability? A study among kindergarten teachers in International Journal of Occupational Safety and Ergonomics /2017 pp. 1, DOI: 10.1080/10803548.2016.1267976
  2. Sara Viotti, Gloria Guidetti, Ilaria Sottimano, Mara Martini, Daniela Converso, Work ability and burnout: What comes first? A two-wave, cross-lagged study among early childhood educators in Safety Science /2019 pp. 898, DOI: 10.1016/j.ssci.2019.06.027

Gianluca Argentin, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 131/2013, pp. 74-88, DOI:10.3280/SL2013-131005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche