Clicca qui per scaricare

Il dito e la luna. Medicina difensiva, politiche pubbliche e responsabilità medica
Titolo Rivista: RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE 
Autori/Curatori: Ranieri de Maria 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  11 P. 101-111 Dimensione file:  413 KB
DOI:  10.3280/SA2013-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La cura della salute richiede sempre più risorse, a causa dello sviluppo tecnologico e dell’incremento dei pazienti cronici e anziani. La medicina difensiva - prescrizione di trattamenti ed esami diagnostici inutili generata dalla conflittualità dei rapporti della salute - spreca oltre il 10% delle risorse, ed è necessario ridurla urgentemente. Il decreto Balduzzi, anziché migliorare la qualità del sistema e la prevenzione degli eventi avversi, è intervenuto sulla responsabilità medica, escludendo la colpa lieve quando vengono seguiti i protocolli ufficiali e le linee-guida. Ciò tuttavia aumenta i costi, poiché riduce l’appropriatezza dell’intervento medico e non esclude comunque l’accertamento giudiziario della responsabilità.


Keywords: Salute, medicina difensiva, responsabilità medica

  1. US Congress (1994). Defensive medicine and medical malpractice. OTA-H-602. Washington DC: Government printing Office, http://biotech.law.lsu.edu/policy/9405.pdf
  2. Summerton N. (1995). Positive and negative factors in defensive medicine? British Medical Journal, 310: 27., DOI: 10.1136/bmj.310.6971.2
  3. 3. Tussing A.D., Wojtowycz M.A. (1997). Malpractice, defensive medicine, and obstetric behavior. Medical Care, 35, 2: 172-191., DOI: 10.1097/00005650-199702000-00007
  4. Studdert D.M., Mello M.M., Sage W.M., DesRoches C.M., Peugh J., Zapert K., Brennan T.A. (2005). Defensive Medicine Among High-Risk Specialist Physicians in a Volatile Malpractice Environment. Journal of the American Medical Association, 293, 21: 2609-2617., DOI: 10.1001/jama.293.21.260
  5. Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano. Intesa concernente la gestione del rischio clinico e la sicurezza dei pazienti e delle cure. http://www.normativasanitaria.it/jsp/dettaglio.jsp?id=28920
  6. Ordine Provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri, Presentazione della ricerca nazionale sul fenomeno della medicina difensiva, http://www1. ordinemediciroma.it/oldsite_att/multi/9974/comunicato stampa medicina difensiva.pdf
  7. Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministro per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione. Relazione annuale al Parlamento 2012 sull’uso di sostanze stupefacenti e sulle tossicodipendenze in Italia, http://www.politicheantidroga.it/progetti-e-ricerca/ relazioni-al-parlamento/relazioneannuale-2012.aspx
  8. Governo italiano, Documento di Economia e Finanza 2012 – Analisi e tendenze, http: //www.dt.tesoro.it/it/analisi_programmazione_economico_finanziaria/documenti_programmatici/sezione3/def.html
  9. ISTAT. Popolazione e famiglie, http://www.istat.it/it/popolazione
  10. ISTAT. Italia in cifre, edizione 2012, http://www.istat.it/it/archivio/30329
  11. Camera dei deputati, Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali. Relazione finale, http://www. quotidianosanita.it/allegati/allegato4662857.pdf
  12. International Monetary Fund. World Economic Outlook Update, Gradual Upturn in Global Growth During 2013, http://www.imf.org/external/pubs/ft/weo/2013/update/01/ pdf/0113.pdf



  1. Ranieri de Maria, Sostenibilità e riforma del Sistema Sanitario Nazionale, tra esigenze etiche e scarsità di risorse in RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL'AMMINISTRAZIONE 4/2014 pp. 5, DOI: 10.3280/SA2013-004001

Ranieri de Maria, in "RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE" 2/2013, pp. 101-111, DOI:10.3280/SA2013-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche