Il benessere oltre il PIL

Titolo Rivista: RIVISTA DI STUDI SULLA SOSTENIBILITA'
Autori/Curatori: Immacolata Viola, Giacomo Rotondo, Norma Maccari
Anno di pubblicazione: 2013 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 18 P. 9-26 Dimensione file: 214 KB
DOI: 10.3280/RISS2013-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il recente dibattito internazionale sul cosiddetto "superamento del Pil" ha portato allo sviluppo del concetto di benessere multidimensionale. In altre parole oltre agli aspetti materiali, per i quali il PIL rimane una valida proxy, l’attenzione deve essere posta anche su tutti quei fattori responsabili della qualità della vita. Tali dimensioni del benessere devono poi essere analizzate in una visione prospettica di sostenibilità al fine di comprendere se sia possibile mantenere intatti i livelli di benessere attuali per le future generazioni. Il seguente lavoro si propone di analizzare la questioni delle condizioni materiali, qualità della vita e sostenibilità partendo dalle Raccomandazioni elaborate dalla Commissione nel Rapporto Stiglitz pubblicato nel 2009, attuate successivamente dall’OECD nel Rapporto How’s Life? Measuring well-being del 2011 e dall’ISTAT in collaborazione con il CNEL nel Rapporto Benessere Equo e Sostenibile in Italia del 2013.

  1. Arrow K. J. (2003). Scelte sociali e valori individuali. Milano: ETAS.
  2. Bartolini S. (2010). Manifesto per la felicità. Come passare dalla società del ben-essere a quella del ben-avere. Roma: Donzelli Editore.
  3. Cesaretti G.P. (2011). L’approccio della Fondazione Simone Cesaretti alla Sostenibilità dello Sviluppo umano. Rivista di studi sulla sostenibilità, 1: 11-13.
  4. Daly H. E. (1996). Beyond Growth. Boston: Beacon Press.
  5. Daly H. E., Cobb J. B. (1994). Un’economia per il bene comune. Como: RED.
  6. Gadrey J., Jany-Catrice F. (2005). No PIL! Contro la dittatura della ricchezza. Roma: Castelvecchi.
  7. Galbraith J. K. (1976). La società opulenta. Torino: Universale scientifica Boringhieri.
  8. Giovannini E. (2010). Dal PIL al benessere: nuovi indicatori per misurare il progresso della società. Libertà e benessere: L’Italia al futuro, Confindustria. http://web.worldbank.org/.
  9. ISTAT e CNEL (2013). Benessere equo e sostenibile in Italia.
  10. Marx K. (1971). Per la critica dell’economia politica. Roma: Editori Riuniti.
  11. Nordhaus W. D., Tobin J. (1972). Is Growth Obsolete?, Economic Research, Retrospect and Prospect Vol. 5, Economic Growth, pg. 1-80, NBER.
  12. Nussbaum M. C. (2012). Creare capacità. Liberarsi dalla dittatura del PIL. Bologna: il Mulino, Bologna.
  13. OECD (2011a). How’s Life? Measuring well-being. OECD Publishing.
  14. OECD (2011b). Compendium of OECD well-being indicators. OECD Publishing.
  15. Osberg L., Sharpe A. (2002). An index of economic well-being for selected OECD countries. Review of Income and Wealth, Series 48, 3: 291-316, DOI: 10.1111/1475-4991.00056
  16. Osberg L., Sharpe A. (2005). How should we measure the economic aspects of well-being?. Review of Income and Wealth, Series 51, 2: 311-336, DOI: 10.1111/j.1475-4991.2005.00156.x
  17. Skidelsky R., Skidelsky E. (2013). Quanto è abbastanza. Di quanto denaro abbiamo davvero bisogno per essere felici? (Meno di quello che pensi). Milano: Mondadori,
  18. Stiglitz J.E., Amartya S., Fitoussi J. (2012). La misura sbagliata delle nostre vite. Perché il PIL non basta più per valutare benessere e progresso sociale. Milano: ETAS.
  19. Stiglitz J. E., Sen A., Fitoussi J-P (2010). La misura sbagliata delle nostre vite. Perché il PIL non basta più per valutare benessere e progresso sociale. Milano: ETAS.
  20. Stiglitz J. E., Sen A., Fitoussi J-P (2009). Report by the Commission on the Measurement of Economic Performance and Social Progress.
  21. Tiezzi E., Bastianoni S., Marchettini N., Pulselli F. M. (2011). La soglia della sostenibilità. Quello che il PIL non dice. Roma: Donzelli Editore.
  22. UNDP (1990). Human Development Report, Oxford University Press. www.borsaitaliana.it.

  • Circular economic analysis for Sustainability Gian Paolo Cesaretti, Irene Paola Borrelli, Immacolata Viola, in RIVISTA DI STUDI SULLA SOSTENIBILITA' 1/2021 pp.201
    DOI: 10.3280/RISS2021-001012
  • Transition towards Well-being Sustainability:Approach to "Circular Economic Model" Nicola Marinelli, Gian Paolo Cesaretti, Immacolata Viola, in RIVISTA DI STUDI SULLA SOSTENIBILITA' 2/2022 pp.263
    DOI: 10.3280/RISS2021-002019

Immacolata Viola, Giacomo Rotondo, Norma Maccari, Il benessere oltre il PIL in "RIVISTA DI STUDI SULLA SOSTENIBILITA'" 1/2013, pp 9-26, DOI: 10.3280/RISS2013-001002