Clicca qui per scaricare

Wine label design as a strategic tool to attract consumers. A marketing study on Sicilian wine positioning
Titolo Rivista: RIVISTA DI ECONOMIA AGRARIA 
Autori/Curatori: Stefania Chironi, Mazia Ingrassia 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 1  Lingua: Inglese 
Numero pagine:  15 P. 7-21 Dimensione file:  388 KB
DOI:  10.3280/REA2013-001001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Negli ultimi anni il packaging è stato considerato dalle aziende vinicole uno tra i più importanti strumenti del marketing. Infatti, grazie all’utilizzazione di immagini e testi, è possibile comunicare chiaramente al mercato messaggi coerenti con i prodotti, con i valori dell’azienda e con i target di consumatori di riferimento. In questo studio si è voluto conoscere quanto le etichette siano importanti per le cantine siciliane nelle scelte di posizionamento dei loro vini. Si è voluta, inoltre, misurare l’influenza che le etichette esercitano sui consumatori, indirizzando ed orientando le preferenze al momento dell’acquisto di un vino, senza tralasciare l’eventuale effetto attrattivo causato dal nome della cantina. Pertanto, è stata effettuata un’indagine campionaria per conoscere le opinioni dei consumatori su un campione di etichette di vini siciliani opportunamente selezionato, dopo aver classificato le etichette in quattro macro-categorie. In tal modo è stato possibile misurare la dipendenza statistica, rispettivamente, tra i prezzi edonici (attribuiti dai consumatori) e reali (di mercato) dei vini aventi quelle etichette, e le quattro cate- gorie di etichette considerate. Successivamente è stata anche misurata la concordanza statistica tra i due ordini lineari dei prezzi dei vini (edonici e di mercato). I confronti sono stati effettuati, sempre, in due diverse situazioni: prima eliminando il nome della cantina dalle etichette mostrate e poi lasciando che il consumatore potesse vederlo, volendo testare, in tal modo, l’influenza del brand name. Infine, per ciascuna categoria di etichettte, sono stati confrontati i prezzi edonici con i giudizi assegnati dai consumatori alle caratteristiche estetiche ed al design di ciascuna di esse. I risultati hanno messo in luce che le cantine siciliane hanno saputo ben centrare, nella scelta delle etichette per i loro vini, i target di consumatori prescelti, in coerenza con la mission ed i valori fondamentali dell’azienda. Le etichette, infatti, ben rappresentavano le caratteristiche qualitative dei vini a cui facevano riferimento, essendo risultate coerenti con il prezzo di mercato del vino e con i contenuti comunicati dall’azienda. Sono risultate alcune differenze di opinioni in base alla presenza o meno del nome della cantina nelle etichette.


Keywords: Marketing, strategia aziendale, posizionamento del prodotto, coefficient di Spearman, coefficient di Pearson
Jel Code: M3, D11, D12

  1. Bartoccioli M. (2001). La comunicazione di marca. Milano: ISU Università Cattolica.
  2. Bucchetti V. (2001). L’evoluzione del packaging tra passato e futuro. In: Kasam V., Mattei M.G., a cura di. PackAge. Milano: Lupetti.
  3. Borra S., Di Ciaccio A. (2008). Statistica. Milano: McGraw-Hill.
  4. Carrera F., Di Trapani L., Laiacona M., Pensovecchio F. (2010). Vini di Sicilia 2011, edited by Giardina G., Carrera F. Palermo: Eurografica.
  5. Celhay F., Trinquecoste J.F. (2007). De la diversité des représentations du marketing et des inconvénients qui s’ensuivent: une application à la filière vin. Actes des Troisièmes journées internationales de la diversité, 4, 5 et 6 octobre.
  6. Celhay F., Trinquecoste J.F. (2008). Pourquoi est il difficile de sortir des codes graphiques du vin français? Market management, vol. 8, n. 1: 6-30.
  7. Chironi S., Ingrassia M. (2008). La valutazione di alcune caratteristiche di qualità del “prodotto vino” mediante la Cluster Analysis. Atti del 31° Convegno mondiale della Vigna e del Vino - 6a assemblea generale dell’OIV, Verona - Italia, giugno 2008.
  8. Cicchitelli, Herzel, Montanari (1992). Il campionamento statistico. Bologna: il Mulino.
  9. Corbetta P. (1999). Metodologie e tecniche della ricerca sociale. Bologna: il Mulino.
  10. Croux C., Dehon C. (2010). Influence function of the Spearman and Kendall correlation measures. Statistical Methods & Applications. Journal of the Italian Statistical Society, 19, 4, November: 497-515.
  11. Divar, Urien (2001). Le consommateur vit dans un monde en couleurs. Recherches et applications en marketing, vol. 16, n. 1: 3-24., DOI: 10.177/07673701010101600102
  12. Fabris G. (2003). La comunicazione d’impresa. Milano: Sperling & Kupfer.
  13. Fraire M., Rizzi A. (2005). Statistica. Metodi esplorativi e inferenziali. Roma: Carocci.
  14. Kotler P., Keller K., Koshy A., Jha M. (2009). Marketing Management, 13a Ed. Pearson Education - Prentice Hall.
  15. Kotler P., Armstrong G. Principles of Marketing, 13a Ed. Pearson - Prentice Hall.
  16. Kotler P., Keller K. (2009). A framework for marketing management. New Jersy: Pearson.
  17. Leeflang P., Wittink D., Wedwl M., Neart P. (2000). Building models for marketing decisions. Boston: Kluwer Accademic Publishers,, DOI: 10.1007/978-1-4615-4050-2
  18. Piccoli D. (2000). Statistica. Bologna: il Mulino.
  19. Regione Siciliana, Istituto Regionale della Vite e del Vino (2011). Vinitaly 2011 - catalogo dei vini di Sicilia 2011.
  20. Ries A., Trout J. (2009). Le 22 immutabili leggi del marketing - Anteprima.
  21. Rouzet E., Seguin G. (2004). Il marketing del vino: il mercato, le strategie commerciali, la distribuzione. Bologna: Ed. agricole.
  22. Vianelli S., Ingrassia G. (2011). Istituzioni di Metodologia Statistica. Palermo: Palumbo.
  23. Zikmund W. (200). Exploring marketing research, J. Wiley & Sons.



  1. Elisabetta Pittari, Luigi Moio, Panagiotis Arapitsas, Andrea Curioni, Vincenzo Gerbi, Giuseppina Paola Parpinello, Maurizio Ugliano, Paola Piombino, Exploring Olfactory–Oral Cross-Modal Interactions through Sensory and Chemical Characteristics of Italian Red Wines in Foods /2020 pp. 1530, DOI: 10.3390/foods9111530
  2. Antonino Galati, Maria Crescimanno, Antonino Abbruzzo, Stefania Chironi, Salvatore Tinervia, The premium price for Italian red wines in new world wine consuming countries: the case of the Russian market in Journal of Wine Research /2017 pp. 181, DOI: 10.1080/09571264.2017.1324773
  3. Marzia Ingrassia, Luca Altamore, Simona Bacarella, Pietro Columba, Stefania Chironi, The Wine Influencers: Exploring a New Communication Model of Open Innovation for Wine Producers—A Netnographic, Factor and AGIL Analysis in Journal of Open Innovation: Technology, Market, and Complexity /2020 pp. 165, DOI: 10.3390/joitmc6040165

Stefania Chironi, Mazia Ingrassia, Le etichette dei vini come strumenti strategici per attrarre i consumatori. Uno studio di marketing sul posizionamento dei vini siciliani in "RIVISTA DI ECONOMIA AGRARIA" 1/2013, pp. 7-21, DOI:10.3280/REA2013-001001

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche