Clicca qui per scaricare

Il Parlamento Europeo: un profilo storico
Titolo Rivista: RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE 
Autori/Curatori: Eugenio Salvati 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 55-75 Dimensione file:  516 KB
DOI:  10.3280/SA2013-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La nascita del Parlamento Europeo (PE). in quella che è la sua forma attuale, è il risultato del più ampio percorso di riforma istituzionale che ha accompagnato il progresso del processo di integrazione europea. L’importanza rivestita dal PE è strettamente connessa alla concezione del rapporto che intercorre tra i cittadini dell’Unione e le sue istituzioni: quanto maggiore è la capacità del PE di assolvere alla sua funzione di rappresentanza e di mobilitazione del sostegno tanto maggiore è la legittimità di cui è in grado di godere l’Unione Europea. Questo articolo vuole contribuire a comprendere se il processo di evoluzione istituzionale del PE ha condotto ad un Parlamento protagonista e altamente istituzionalizzato o se ha semplicemente prodotto un Parlamento più forte sul versante "legislativo", trascurando però il rapporto con la base di riferimento di ogni istituzione rappresentativa, ovvero i cittadinielettori.


Keywords: Parlamento, integrazione europea, rappresentanza

  1. Barbera A. (1999). I Parlamenti. Roma-Bari: Laterza.
  2. Bardi L. (1989). Il Parlamento della Comunità Europea: Legittimità e Riforma. Bologna: il Mulino.
  3. Bartolini S. (2002). Lo stato nazionale e l’integrazione europea: un’agenda di ricerca. Quaderni di Scienza Politica, 9: 397-411.
  4. Bartolini S. (2005). Restructuring Europe: Centre Formation, System Building and Political Structuring Between the Nation State and the European Union. Oxford: Oxford University Press.
  5. Benz A. and Papadopoulos Y., eds. (2006). Governance and Democracy: Comparing National, European and International Experiences. Abingdon: Routledge.
  6. Corbett R., Jacobs F. and Shackelton M., eds. (2007). The European Parliament, 7° ed., London: Harper.
  7. Crombez C. (1997). The Co-decision Procedure in the European Union. Legislative Studies Quarterly, 22: 97-119.
  8. Fabbrini S. (2002). L’Unione Europea. Le Istituzioni e gli Attori di un Sistema Sovranazionale.
  9. Roma-Bari: Laterza. Follesdal A. and Hix S. (2006). Why There is a Democratic Deficit in the EU: A Response to Majone and Moravcsik. Journal of Common Market Studies, 44: 533-562,, DOI: 10.1111/j.1468-5965.2006.00650.x
  10. Haas E. (1958). The Uniting of Europe. Stanford: Stanford University Press.
  11. Hix S. (2000). Executive Selection in the European Union: Does the Commission President Investiture Procedure Reduce the Democratic Deficit? In: Neunreither K. e Wiener A., eds., European Integration After Amsterdam. Oxford: Oxford University Press.
  12. Hix S. (2005). The Political System of the European Union. London: Palgrave.
  13. Hix S., Noury A. and Roland G. (2002). Democratic Politics in the European Parliament. Cambridge: Cambridge University Press.
  14. Judge D. and Earnshaw D. (2003). The European Parliament. London: Palgrave.
  15. Kholer Kock B. and Eising R., eds. (1999). The Transformation of Governance in the European Union. London-New York: Routledge.
  16. Kreppel A. (2002). The European Parliament and Supranational Party System. Cambridge: Cambridge University Press.
  17. Kreppel A. (2009). Le Implicazioni Politiche delle Riforme Istituzionali: le Relazioni tra Esecutivo e Legislativo nell’Unione Europea. Rivista Italiana di Scienza Politica, 39: 383-416,, DOI: 10.1426/30990
  18. Magnette P. (2001). Appointing and Censuring the European Commission: the Adaptation of Parliamentary Institutions to the Community Context. European Law Journal, 7: 292-310,, DOI: 10.1111/1468-0386.00131
  19. Majone G. (1998). Europe’s Democratic Deficit: the Question of Standards. European Law Journal, 4: 5-28,, DOI: 10.1111/1468-0386.00040
  20. Moravcsik A. (1993). Preferences and Power in the European Community. A Liberal Intergovernamentalist Approach. Journal of Common Market Studies, 31: 473-524,, DOI: 10.1111/j.1468-5965.1993.tb00477.x
  21. Norton P. (1990). Legislatures. New York: Oxford University Press.
  22. Nugent N. (2006a). Governo e politiche dell’Unione Europea. I Storia e teorie dell’integrazione. Bologna: il Mulino.
  23. Nugent N. (2006 b). Governo e politiche dell’Unione Europea. II Istituzioni e attori politici. Bologna: il Mulino.
  24. Pierson P. (1996). The Path to European Integration: a Historical Institutionalist Analysis. Comparative Political Studies, 29: 123-163,, DOI: 10.1177/0010414096029002001
  25. Rittberger B. (2005). Building Europe’s Parliament. New York: Oxford University Press.
  26. Salvati E. (2013). Rappresentanza oltre lo Stato nazionale: il caso del Parlamento Europeo. Quaderni di Scienza Politica, 20: 255-285, forthcoming.
  27. Scharpf F. (1999). Governare l’Europa. Legittimità democratica ed efficacia delle politiche nell’Unione Europea. Bologna: il Mulino.
  28. Schmitt H. and Thomassen J. (1999). Political Representation and Legitimacy in the European Union. New York: Oxford University Press.
  29. Schmitter P. (2000). Come democratizzare l’Unione Europea e perché. Bologna: il Mulino.
  30. Smith J. (1999). Europe’s Elected Parliament. Trowbridge: Sheffield University Press.
  31. Steunenberg B. (1994). Decision Making under Different Institutional Arrangements: Legislation by European Community. Journal of Institutional and Theoretical Economics, 150: 642-669.
  32. Tsebelis G. (1994). The Power of the European Parliament as a Conditional Agenda Setter. American Political Science Review, 88: 128-142.
  33. Westlake M. (1994). A Modern Guide to the European Parliament. London: Pinter.
  34. Zielonka J. (2006). Europe as Empire: the Nature of the Enlarged European Union. Oxford: Oxford University Press.

Eugenio Salvati, in "RIVISTA TRIMESTRALE DI SCIENZA DELL’AMMINISTRAZIONE" 3/2013, pp. 55-75, DOI:10.3280/SA2013-003004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche