Conformismo nella ribellione: tratto chiave dell’anoressica restrittiva

Titolo Rivista: RIVISTA DI PSICOTERAPIA RELAZIONALE
Autori/Curatori: Matteo Selvini
Anno di pubblicazione: 2013 Fascicolo: 38 Lingua: Italiano
Numero pagine: 9 P. 5-13 Dimensione file: 401 KB
DOI: 10.3280/PR2013-038001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Con questo articolo l’autore propone un esempio di ricerca sull’anoressia restrittiva, utilizzando un modello sistemico familiare ed individuale integrativo della sofferenza basto sulla teoria dell’attaccamento e lo studio della personalità. Nell’anoressia il tratto chiave di matrice evitante della personalità sembra essere quello di una iper-responsabilizzazione compiacente che paralizza una effettiva empatia sia verso se stessa che verso i familiari.

  1. Attili G., Di Pentima L., Magnani M. (2004). Disturbi del comportamento alimentare, modelli mentali dell’attaccamento e relazioni familiari. Psicologia Clinica dello Sviluppo, VIII: 1 69-96. DOI: 10.1449/1317
  2. Bruch H. (1983). La gabbia d’oro. L’enigma dell’anoressia mentale. Milano: Feltrinelli. Cecchin G.F., Lane G., Ray W.A. (1993). Irriverenza. Una strategia di sopravvivenza per i terapeuti. Milano: Franco Angeli.
  3. Cirillo S., Berrini R., Cambiaso G., Mazza R. (1996). La famiglia del tossicodipendente. Milano: Raffello Cortina.
  4. Cirillo S., Selvini M., Sorrentino A.M. (2011). Anoressia Restrittiva: una ricerca su 34 casi. In Chianura P., Chianura L., Fuxa E., Mazzoni S. (a cura di). Manuale Clinico di Terapia Familiare. Vol 1. Processi relazionali e psicopatologia. Milano: Franco Angeli.
  5. Gordon R.A. (1991). Anoressia e bulimia. Anatomia di un’epidemia sociale. Milano: Raffaello Cortina.
  6. Loriedo C. (2005). Resilienza e fattori di protezione nella psicoterapia familiare sistemica. Rivista di Psicoterapia Relazionale, 2: 5-29. DOI: 10.3280/PSOB2012-00300
  7. Miller A. (1985). Il dramma del bambino dotato e la ricerca del vero sé. Torino: Bollati Boringhieri.
  8. Selvini M. (1993). Psicosi e misconoscimento della realtà. Terapia Familiare, 41: 45-56.
  9. Selvini M. (2004). Reinventare la psicoterapia. Milano: Raffaello Cortina.
  10. Selvini Palazzoli M. (2006). L’anoressia mentale. Milano: Raffaello Cortina.
  11. Selvini Palazzoli M., Boscolo M., Cecchin G., Prata G. (2003). Paradosso e Controparadosso. Milano: Cortina.
  12. Selvini Palazzoli M., Cirillo S., Sorrentino A.M. (1998). Ragazze anoressiche e bulimiche. Milano: Raffaello Cortina.
  13. Selvini M., Sorrentino A.M., Gritti M.C. (2012). Promuovere la resilienza “individuale-sistemica”: un modello a sei fasi. Psicobiettivo, vol. XXXII, 3: 32-51. DOI: 10.3280/PSOB2012-003003
  14. Watzlawick P., Beavin J.H., Jackson D.D. (1971). Pragmatica della comunicazione umana. Roma: Astrolabio.

Matteo Selvini, Conformismo nella ribellione: tratto chiave dell’anoressica restrittiva in "RIVISTA DI PSICOTERAPIA RELAZIONALE " 38/2013, pp 5-13, DOI: 10.3280/PR2013-038001