Clicca qui per scaricare

La psicoanalisi junghiana in Cina. Un dialogo tra Est e Ovest
Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI 
Autori/Curatori: Marta Tibaldi 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 37-38  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 131-143 Dimensione file:  745 KB
DOI:  10.3280/JUN2013-037009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La pratica analitica con i pazienti cinesi rappresenta una sfida per l’analista junghiano occidentale da molti punti di vista. L’articolo riflette su tre aspetti in particolare: le immagini inconsce del "cinese" e dell’"occidentale" interni; l’uso dell’inglese quale lingua di lavoro e lingua- ponte tra la cultura occidentale e quella orientale; l’attenzione all’intrecciarsi delle dimensioni archetipiche e individuali nei pazienti cinesi e la necessità di trovare parole transculturali per raccontare le loro storie. La pratica analitica in Cina richiede allo psicologo analista occidentale di svuotare la mente da preconcetti e pregiudizi e di avvicinare la cultura cinese in modo culturalmente rispettoso, modificando, ove necessario, gli strumenti analitici occidentali.


Keywords: Cina, psicoanalisi, psicologia analitica, formazione psicoanalitica in Cina, dialogo oriente-occidente.

  1. Bollas C. (2013). China on the Mind. Hove, East Sussex: Routledge (trad. it. La mente orientale. Psicoanalisi e Cina, Milano: R. Cortina, 2013).
  2. Chuang Tzu (2012). Zuangzhi. Milano: Urra.
  3. Freud S. (1983-1985). Studies on Hysteria (trad. it. Studi sull’isteria. In: Opere, vol. 1. Torino: Boringhieri, 1967).
  4. Hillman J. (1983). Healing Fiction. New York: Station Hill Press (trad. it. Le storie che curano. Milano: R. Cortina, 1984).
  5. Jullien F. (2000). Detour and Access Strategies of Meaning in China and Greece. New York: Zone Books (trad. it. L’ansa e l’accesso. Strategie di senso in Cina, Grecia. Milano-Udine: Mimesis, 2011).
  6. Jung C.G. (2009). The Red Book. Liber Novus. A Reader’s edition. New York: Norton Company (trad. it. Il Libro Rosso. Liber Novus. Torino: Bollati Boringhieri, 2010).
  7. Jung C.G. (1955). Memories, Dreams and Reflections. London: Fontana Press (trad. it. Ricordi, sogni, riflessioni di C.G. Jung. Milano: Rizzoli, 1961).
  8. Kugler P. (1982). The Alchemy of Discourse. An Archetypal Approach to Language. New York: Associated University Press (trad. it. L’alchimia delle parole. Un approccio archetipico al linguaggio. Bergamo: Moretti e Vitali, 2002).
  9. Lao Tzu (1993). Tao Te Ching, ed. by S. Addis, S. Lombardo, B. Watson). Boston: Shambala Publications (trad. it. Tao Te Ching. Milano: Feltrinelli, 2011).
  10. Rimbaud A. (1873). Une Saison en Enfer. Bruxelles: Alliance typographique (edizione originale).
  11. Ronchey S. (2011). Addio a Hillman, cosi si muore da filosofo antico. La Stampa, 10 Ottobre.
  12. Shamdasani S., a cura di (2009). Liber Novus. The Red Book of C.G. Jung. New York: Norton Company (trad. it. Liber Novus. Il “Libro Rosso” di C.G. Jung. Torino: Bollati Boringhieri: 2010).
  13. Solms M., Turnbull O. (2002), The Brain and the Inner World. New York: Other Press (trad. it. Il cervello e il mondo interno. Milano: R. Cortina, 2004).
  14. Stroppa C. (2013). Fantasmi all’opera. L’imperiosa realtà dell’illusione. Bergamo: Moretti e Vitali.
  15. Tibaldi M. (1995). Psicologia analitica, esperienza della scrittura e conoscenza di sé. Rivista di Psicologia Analitica, 52: 19-31. Tibaldi M. (2004a). Le parole che curano: il potere archetipico del linguaggio. In: Mondo R., Turinese L., a cura di, Caro Hillman… venticinque scambi epistolari con James Hillman. Torino: Boringhieri.
  16. Tibaldi M. (2004b). Doppia oggettivazione e formazione dell’Io immaginale. In: Cerbo G.M., Palliccia D., Sassone A.M., a cura di, Alchimie della formazione analitica. Milano: Vivarium.
  17. Tibaldi M. (2013a). Hong Kong Seminars: Personal and Impersonal. Individual and Archetypal Experience in Clinical Practice. Part I and II, Aprile 2013, non pubblicato.
  18. Tibaldi M. (2013b). Hong Kong Seminars: Personal Impersonal Deep Writing (PIDW), Ottobre 2013, non pubblicato.
  19. Tibaldi M. (2013c). Deep Writing: Dealing Creatively with the Unconscious, Ottobre 2013, Taipei (Taiwan), non pubblicato.
  20. Tibaldi M. (2011). Pratica dell’immaginazione attiva. Dialogare con l’inconscio e vivere meglio. Roma: La Lepre.
  21. Tibaldi M. (2014). Practicing images. Clinical Implication of James Hillman’s Theory in a Multicultural Reality and in a Changing World. In: Hiskinson L. and Stein M., eds, Analytical Psychology in a Changin World: the Search for Self, Identity and Community). London: Rutledgeuscita il 29 settembre 2014).
  22. Wenzhong H., Grove C.N., Enping Z. (2010). Encountering the Chinese. A Modern Country, an Ancient Culture. London: Intercultural Press.
  23. Wilhelm R. (1971). Das Geheimnis der Goldenen Bluete: Ein chinesisches Lebensbuch. Olten u. Freiburg: Walter Verlag (trad. it. Il segreto del fiore d’oro. Torino: Boringhieri, 1981).
  24. Wilhelm R. (1981). The Secret of the Golden Flower. A Chinese Book of Life. San Diego, New York, London: Harvest Book (trad. it. Il segreto del fiore d’oro, Torino: Boringhieri, 1981).

Marta Tibaldi, in "STUDI JUNGHIANI" 37-38/2013, pp. 131-143, DOI:10.3280/JUN2013-037009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche