Clicca qui per scaricare

Agostino Gemelli e il problema della localizzazione cerebrale delle funzioni cognitive
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA  
Autori/Curatori: Paolo Bartolomeo 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 4  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 429-436 Dimensione file:  607 KB
DOI:  10.3280/RIP2013-004007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel 1918, Agostino Gemelli pubblico sulla Rivista di Filosofia Neo-Scolastica da lui diretta un articolo sulla dottrina delle localizzazioni cerebrali delle funzioni cognitive. Gemelli prende in esame alcuni fatti salienti di questa dottrina e le relative posizioni critiche, che rinviano a una concezione piu integrata del funzionamento del sistema nervoso, ispirata dalle teorie del suo maestro Camillo Golgi. Ripercorriamo qui brevemente la storia delle localizzazioni cerebrali dalla frenologia a Paul Broca e gli altri pionieri della neuropsicologia nella seconda meta dell’Ottocento. Si riassumono poi le considerazioni di Gemelli nell’articolo del 1918 e si rileva la loro attualita nella tensione della ricerca contemporanea tra processi di segregazione e di integrazione funzionale nel sistema nervoso centrale.


Keywords: Agostino Gemelli, corteccia cerebrale; processi cognitivi; segregazione; integrazione

  1. Aglioti, S.M., & Berlucchi, G. (2013). Neurofobia. Chi ha paura del cervello? Milano: Raffaello Cortina Editore.
  2. Bartolomeo, P. (2011). The quest for the ‘critical lesion site’ in cognitive deficits: Problems and perspectives. Cortex, 47(8), 1010-1012.
  3. Bartolomeo, P. (2012). The elusive nature of white matter damage in anatomo-clinical correlations. Frontiers in Human Neuroscience, 6, 229.
  4. Bouillaud, J.-B. (1825). Traité clinique et physiologique de l’encéphalite, ou inflammation du cerveau, et de ses suites. Paris: Bailliere.
  5. Broca, P.P. (1861). Perte de la parole, ramollissement chronique et destruction partielle du lobe anterieur gauche. Bulletin de la Société Anthropologique, 2, 235-238.
  6. Catani, M., Dell’acqua, F., Bizzi, A., Forkel, S. J., Williams, S. C., Simmons, A., et al. (2012). Beyond cortical localization in clinico-anatomical correlation. Cortex, 48(10), 1262-1287.
  7. Catani, M., & Mesulam, M.-M. (2008). The arcuate fasciculus and the disconnection theme in language and aphasia: History and current state. Cortex, 44(8), 953-961.
  8. Flourens, P. (1863). De la phrénologie et des études vraies sur le cerveau. Paris: Garnier Freres.
  9. Fodor, J.A. (1983). Modularity of mind: An essay on faculty psychology. Cambridge: MIT Press.
  10. Friston, K.J. (2009). Modalities, modes, and models in functional neuroimaging. Science, 326(5951), 399-403.
  11. Gemelli, A. (1912). Anima e cervello. A proposito dei recenti studi sulle localizzazioni cerebrali. La Scuola Cattolica, 24, 342-353, 467-479.
  12. Gemelli, A. (1918). La dottrina delle localizzazioni cerebrali. Osservazioni di un filosofo. Rivista di Filosofia Neo-scolastica, 10, 329-348.
  13. Gould, S.J. (2006). The Mismeasure of Man (Revised & Expanded). New York: W.W. Norton.
  14. Kanwisher, N. (2010). Functional specificity in the human brain: A window into the functional architecture of the mind. Proceedings of the National Academy of Sciences of the USA, 107(25), 11163-11170.
  15. Legrenzi, P., & Umilta, C. (2011). Neuromania: On the Limits of Brain Science. Oxford: Oxford University Press.
  16. Luciani, L. (1916). La questione del nuoto e del cammino in ordine alla dottrina del cervelletto. Risposta al Prof. Murri. Archivio di fisiologia, 16(2), 147-156.
  17. Luzzatti, C., & Whitaker, H. (2001). Jean-Baptiste Bouillaud, Claude-Francois
  18. Lallemand, and the role of the frontal lobe: Location and mislocation of language in the early 19th century. Archives of Neurololgy, 58(7), 1157-1162.

Paolo Bartolomeo, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 4/2013, pp. 429-436, DOI:10.3280/RIP2013-004007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche