Clicca qui per scaricare

Why is Diotima Socrates’ first teacher?
Titolo Rivista: PARADIGMI 
Autori/Curatori:  Fulvia De Luise 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 137-156 Dimensione file:  541 KB
DOI:  10.3280/PARA2014-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’argomento di questo saggio è la singolare trasmissione di esperienza da Diotima a Socrate sulla natura del desiderio e del bene umano: un evento che Platone rappresenta nel Simposio come un momento decisivo di formazione del giovane filosofo. La peculiarità del sapere di Diotima e il fatto che sia una donna vengono presi in esame come parti di una strategia rappresentativa adottata da Platone per connotare gli "inizi" della filosofia socratica. La tesi principale qui discussa è che, all’interno di questa strategia, la forma di coscienza esistenziale trasmessa da Diotima svolga un ruolo decisivo per preparare l’anthropine sophia di Socrate: mostrando in eros il segno della fragilità e della creatività umana, la sacerdotessa allontanerebbe Socrate dalla hybris del possesso e dalla pretesa di immortalità.


Keywords: Diotima, Socrate, sapienza, coscienza, eros, mancanza.

  1. Blondell R. (2006). Where is Socrates on the “Ladder of Love”?. In: Lesher J.H., et al.: 147-178.
  2. Brancacci A. (1997). Il sapere di Socrate nell’Apologia. In: Giannantoni G. e Narcy M., a cura di. Lezioni socratiche. Napoli: Bibliopolis: 303-327.
  3. Brisson L., a cura di (1997). Platon, Apologie de Socrate (Introduction et traduction inédite par Luc Brisson). Paris: GF Flammarion.
  4. Brisson L., a cura di (1998). Platon, Le Banquet (Présentation et traduction inédite par Luc Brisson). Paris: GF Flammarion.
  5. Calame C. (1992). I Greci e l’eros. Simboli, pratiche, luoghi. Roma-Bari: Laterza.
  6. Cantarella E. (1981). L’ambiguo malanno. Roma: Editori Riuniti.
  7. Cantarella E. (1996). La comunicazione femminile in Grecia e a Roma. In: Bettini M., a cura di. I signori della memoria e dell’oblio. Firenze: La Nuova Italia: 3-21.
  8. Casertano G. (1997). Il (in)nome di Eros. Una lettura del discorso di Diotima nel Simposio platonico. Elenchos, XVIII-1997, 2: 277-310.
  9. Casertano G. (2008). Due aspetti della figura di Socrate. In: Rossetti L. e Stavru A., a cura di. Socratica 2005. Bari: Levante: 77-83.
  10. Cavarero A. (1990). Nonostante Platone. Roma: Editori Riuniti.
  11. de Luise F. e Farinetti G. (1997). Felicita socratica. Immagini di Socrate e modelli antropologici ideali nella filosofia antica. Hildesheim-Zürich-New York: Georg
  12. Olms. de Luise F. (2004). Il sapere di Diotima sul crinale dei dualismi: corpo-anima; mortale-immortale; identità-generazione. Annali di Studi Religiosi, 5: 259 -271.
  13. Dover K.J., a cura di (1980). Plato, Symposium. Cambridge: Cambridge University Press.
  14. Frede D. (1993). Out of the Cave: what Socrates Learned from Diotima. In: Rosen
  15. R.M. e Farrel J., eds. Greek Studies in Honor of Martin Ostwald. Ann Arbor: University of Michigan Press: 397-422.
  16. Fussi A. (2008). Tempo, desiderio, generazione. Diotima e Aristofane nel Simposio di Platone. Rivista di Storia della Filosofia, LXIII, 1: 1-27.
  17. Giannantoni G. (2005). Dialogo socratico e nascita della dialettica nella filosofia di Platone, a cura di B. Centrone, Napoli: Bibliopolis.
  18. Hadot P. (1995). Qu’est-ce que la philosophie antique. Paris: Gallimard (trad. it.: Che cos’e la filosofia antica. Torino: Einaudi, 1998).
  19. Halperin D.M. (1990). Why is Diotima a Woman? Platonic Eros and the Figuration of Gender. In: Halperin D.M., Winkler J.J. and Zeitlin F.I., Before Sexuality. Princeton: Princeton University Press: 257-308.
  20. Heller A. (1981). Sylvester Symposium. Das Prinzip Liebe. Eulama Literary Agency (trad. it.: Il Simposio di San Silvestro. Il principio d’amore. Milano-Udine: Mimesis, 2010).
  21. Hobbs A. (2006). Female Imagery in Plato. In: Lesher J.H., et al.: 252-71.
  22. Ioppolo A.M. (1999). Socrate e la conoscenza delle cose d’amore. Elenchos, XX, 1: 53-74.
  23. Irigaray L. (1985). L’amour sorcier. In: Irigaray L., ed. Ethique de la difference sexuelle . Paris: Les éditions de minuit: 27-39.
  24. Lesher J.H., Nails D. and Sheffield H.C.C., eds. (2006). Plato’s Symposium. Issues in Interpretation and Reception. Cambridge, Mass.-London: Harvard University Press.
  25. Muraro L. (2002). La maestra di Socrate e la mia. In: Diotima. Approfittare dell’assenza . Napoli: Liguori: 27-43.
  26. Nails D. (2002). The People of Plato. A Prosopography of Plato and Other Socratics . Indianapolis: Hackett Publishing Company.
  27. Nucci M. e Centrone B., a cura di (2009). Platone, Simposio. Torino: Einaudi.
  28. Platone (2001). Simposio, a cura di F. de Luise e G. Farinetti. Firenze: La Nuova Italia.
  29. Ramos Jurado E.A. (1999). Eros demónico y mujer demónica, Diotima de Mantinea. Habis, 30: 79-86.
  30. Reale G. (1997). Eros demone mediatore. Il gioco delle maschere nel “Simposio” di Platone. Milano: Rizzoli.
  31. Rowe C.J. (1998). Il Simposio di Platone. Cinque lezioni con un contributo sul Fedone e una breve discussione. Sankt Augustin: Academia Verlag.
  32. Scott G.A. and Welton W.A. (2000). Eros as Messenger in Diotima’s Teaching. In: Press G.A., ed. Who speaks for Plato? Studies in Platonic Anonymity. Lanham: Rowman and Littlefield Publishers: 147-159. Susanetti D., a cura di (1992). Platone, Simposio. Venezia: Marsilio.
  33. Taglia A., a cura di (2010). Introduzione a Platone, Apologia di Socrate. In: Centrone B. e Taglia A., a cura di. Platone, Eutifrone, Apologia di Socrate, Critone. Torino: Einaudi.
  34. Vegetti M. (2001). Athanatizein. Strategie di immortalità nel pensiero greco. Aut Aut, 304: 69-80. Rist. in: Venditti P., a cura di (2002). La filosofia e le emozioni. Atti del XXXIV Congresso Nazionale della Societa Filosofica Italiana (Urbino, 26-29 aprile 2001). Firenze: Le Monnier: 121-135.
  35. Vegetti M. (2003). Quindici lezioni su Platone. Torino: Einaudi.

Fulvia De Luise, Perché Diotima è la prima maestra di Socrate? in "PARADIGMI" 1/2014, pp. 137-156, DOI:10.3280/PARA2014-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche