Clicca qui per scaricare

Un mito per la formazione sistemica
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Maurizio Viaro 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 129-145 Dimensione file:  559 KB
DOI:  10.3280/PSOB2014-001010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In quest’articolo è descritta una procedura in 5 passaggi, per ottenere variazioni "sistemiche" da una storia data. Sono state analizzate sei opere teatrali sul mito di Elettra, proposte da diversi autori (Eschilo, Sofocle, Euripide, von Hoffmansthal, O’Neill e Yourcenar), come esempi di variazioni di una stessa storia. Nella psicoterapia reale, il terapeuta può promuovere solo alcuni tipi di variazioni della storia raccontata dai pazienti, sia in terapia familiare che individuale. Un primo tipo di restrizioni è di origine etico-deontologica. Ulteriori restrizioni, legate alla necessaria condivisione di alcune premesse, sia all’interno che all’esterno della terapia, sono state analizzate. Infine, sono state delineate alcune differenze di base tra storie "sistemiche", "psicodinamiche" e "organiciste". Viene anche sottolineata la necessità, nella pratica reale della psicoterapia, di integrare questi principi, utili a generare narrazioni, con le acquisizioni dei modelli psicologici e psicobiologici accreditati dalla comunità scientifica.


Keywords: Terapie narrative; terapia sistemica; formazione; mito; Elettra.

  1. Aristotele (ca. 330 a.C.) La Poetica (trad. it. Mondadori, Milano, 1999)
  2. Bateson G. (1964) “Le categorie logiche dell’apprendimento e della comunicazione”, in Steps to an echology of mind (trad. it. Verso un’ecologia della mente, Adelphi, Milano)
  3. Bertrando P., Toffanetti D. (2000) Storia della terapia familiare, Raffaello Cortina, Milano
  4. Carr A. (1998) “Michael White’s Narrative Therapy”, Contemporary Family Therapy, 20 (4): 485-503
  5. Ferraris M. (2010) Ricostruire la decostruzione. Cinque saggi a partire da Jacques Derrida, Bompiani, Milano
  6. Eschilo (458. a. C.) Le coefore (trad. it. P.P. Pasolini, 2000, Einaudi, Torino)
  7. Euripide (413 a. C.) In Avezzù G. (a cura di), Elettra, variazioni sul mito, Marsilio, Venezia (2002)
  8. Foucault M. (1961) Storia della follia nell’età classica, Rizzoli, Milano, 1963
  9. Genette G. (1982) Palinsesti. La letteratura al secondo grado (trad. it. Einaudi, Torino, 1997)
  10. Goffman E. (1969) La vita quotidiana come rappresentazione (trad. it. Il Mulino, Bologna, 1979)
  11. Greimes J. (1968) La semantica strutturale: ricerca di metodo (trad. it. Rizzoli, Milano)
  12. Leff J. (1996) “Emozioni espresse, teoria sistemica e terapia familiare”, Terapia Familiare, 50: 71-72
  13. Levi-Strauss B. (1964) Antropologia Strutturale, Il Saggiatore, Milano, 1966
  14. Manfrida G. (2003) La narrazione psicoterapeutica. Invenzione, persuasione e tecniche retoriche in terapia familiare, FrancoAngeli, Milano
  15. O’Neill E. (1931) Il Lutto si addice ad Elettra (trad. it. Mondadori, Milano, 1964)
  16. Propp V. (1928) Morfologia della fiaba, Einaudi, Torino, 2000.
  17. Sofocle (ca. 410 a.C.) “Elettra”, in Avezzù G. (a cura di), Elettra, variazioni sul mito, Marsilio, Venezia, 2002
  18. Ugazio V. (2012) Storie permesse, storie proibite, 2a ed., Bollati Boringhieri, Torino
  19. Hoffmansthal von H. (1903) “Elettra”, in Avezzù G. (a cura di), Elettra, variazioni sul mito, Marsilio, Venezia, 2002
  20. White M. (1992) La terapia come narrazione, Astrolabio, Roma
  21. Yourcenar, M. (1954) “Elettra, o la caduta delle maschere”, in Avezzù G. (a cura di), Elettra, variazioni sul mito, Marsilio, Venezia, 2002

Maurizio Viaro, in "PSICOBIETTIVO" 1/2014, pp. 129-145, DOI:10.3280/PSOB2014-001010

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche