L’osservazione della relazione genitore-bambino in psicoterapia dell’età evolutiva: un esempio di utilizzo clinico del CARE-Index

Titolo Rivista: QUADERNI DI PSICOTERAPIA COGNITIVA
Autori/Curatori: Riccardo Bertaccini
Anno di pubblicazione: 2014 Fascicolo: 34 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 41-55 Dimensione file: 108 KB
DOI: 10.3280/QPC2014-034004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

All’interno della complessa cornice epistemologica della psicoterapia in ottica cognitivo- evolutiva, l’osservazione diretta del comportamento interattivo dei bambini con i loro genitori rappresenta una parte centrale del processo diagnostico e di assessment in genere. I più recenti sviluppi della teoria dell’attaccamento, ci stimolano ad osservare e concepire le diverse configurazioni d’attaccamento come: specifici pattern interattivi osservabili sul piano comportamentale; specifiche strategie di protezione dal pericolo; specifiche modalità di regolazione degli stati emotivi, ma anche e soprattutto come specifiche modalità di elaborazione dell’informazione su di Sé e sul mondo, modi di usare la mente che apprendiamo tacitamente nella relazione con le nostre figure d’attaccamento, imparando a dar rilievo e a basarci su alcune fonti di informazione (cognitiva o affettiva) piuttosto che su altre. L’ottica cognitivo-evolutiva, ci ha insegnato ormai da tempo a ricercare la salute e la patologia psichica del bambino nelle vicissitudini dei suoi legami affettivi, nella possibilità di conservare nel tempo la continuità e la coerenza dei propri processi auto-organizzativi. La teoria dell’attaccamento, diviene quindi la cornice entro la quale strutturare una metodologia di osservazione delle interazioni diadiche tra adulto e bambino volta a raccogliere dati utili alla definizione del loro funzionamento relazionale (e quindi degli specifici pattern interattivi in atto), ma anche di aspetti rilevanti del funzionamento e dell’organizzazione del Sé del bambino e del caregiver. Nel presente lavoro si approfondirà lo strumento del CARE-Index realizzato da Patricia Crittenden, sia da un punto di vista teorico ma anche nelle sue applicazioni cliniche e di intervento con metodologia di video-feedback.

  1. Liotti G., Farina B. (2011). Sviluppi Traumatici. Eziopatogenesi, clinica e terapia della dimensione dissociativa. Milano: Raffaello Cortina.
  2. Crittenden P.M. (1981). Abusing, Neglecting, Problematic and Adequate Dyads, Differenciating by Patterns of Interaction. Merrill-Palmer Q., 27: 201-18. URL: http://www.jstor.org/stable/23083982
  3. Crittenden P.M. (1997). Pericolo, sviluppo e adattamento. Milano: Masson.
  4. Crittenden P.M. (1999). Attaccamento in età adulta: l’approccio dinamico maturativo all’Adult Attachment Interview. Milano: Raffaello Cortina.
  5. Crittenden P.M. (2008). Raising parents: Attachment, parenting, and child safety. Oregon: Willan Publishing.
  6. Crittenden P.M., Landini A. (2011). Assessing Adult Attachment: A Dynamic-Maturational Approach to Discourse Analysis. New York: Norton.
  7. Guidano V.F. (1988). La complessità del Sé. Torino: Bollati Boringhieri.
  8. Guidano V.F. (1992). Il Sé nel suo divenire: verso una terapia cognitiva post-razionalista. Torino: Bollati Boringhieri.
  9. Guidano V.F., Liotti G. (1983). Cognitive Processes and Emotional Disorders. New York: Guilford.
  10. Lambruschi F. (1996). Il bambino. In: Bara B., a cura di, Manuale di psicoterapia cognitiva. Torino: Bollati Boringhieri.
  11. Lambruschi F., a cura di (2014). Manuale di Psicoterapia Cognitiva dell’Età Evolutiva. Torino: Bollati Boringhieri.
  12. Liotti G. (1994). La dimensione Interpersonale della Coscienza. Roma: La Nuova Italia Scientifica.
  13. Liotti G. (2001). Le opere della coscienza. Milano: Raffaello Cortina.

Riccardo Bertaccini, L’osservazione della relazione genitore-bambino in psicoterapia dell’età evolutiva: un esempio di utilizzo clinico del CARE-Index in "QUADERNI DI PSICOTERAPIA COGNITIVA" 34/2014, pp 41-55, DOI: 10.3280/QPC2014-034004