Click here to download

Community psychiatry and psychotherapy
Journal Title: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Author/s: Alberto Merini 
Year:  2014 Issue: Language: Italian 
Pages:  5 Pg. 324-328 FullText PDF:  34 KB
DOI:  10.3280/PU2014-002007
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


The author, also on the basis of his past experience as director of a Department of Community Psychiatry, discusses the presence of "useless suffering" (Levinas, 1982) and of "dehumanization" (Volpato, 2013) in many instances of traditional hospital psychiatry. The psychodynamic orientation of a Department of Community Psychiatry - with an emphasis on the patient-therapist relationship, on the patient’s life history, and on the subjectivity of the patient as well as of the therapist - can help to identify and progressively eliminate those aspects of suffering and dehumanization that often have characterized psychiatric work in mental hospitals.
Keywords: Community psychiatry, deinstitutionalization, dehumanization, useless suffering, dynamic therapy in the community

  1. Asioli F. (2009). Peculiarità dell’esperienza compiuta dalla psichiatria italiana. Psichiatria di Comunità, VIII, 1: 12-15.
  2. Benedetti G. (1962). Psichiatria e psicoterapia. In: Gruppo Milanese per lo Sviluppo della Psicoterapia, a cura di, Problemi di psicoterapia. Atti del I Corso di aggiornamento. Milano, 11-14 dicembre 1962. Milano: Centro Studi di Psicoterapia Clinica, 1962. Anche in: Psicoterapia e Scienze Umane, 2006, XL, 3: 299-310.
  3. Levinas E. (1982). La souffrance inutile. Il Giornale di Metafisica, 4: 13-26. Ripubblicato in: Entre nous. Paris: Editions Grasset & Fasquelle, 1991 (trad it.: Sofferenza inutile. In: Tra noi. Saggi sul pensare-all’altro. Milano: Jaca Book, 1998).
  4. Merini A., a cura di (1977). Psichiatria nel territorio. Milano: Feltrinelli.
  5. Merini A. (1993). Euripilo e Patroclo. Saggio sulle attuali problematiche nel rapporto del medico con il paziente. Con videocassetta. Bologna: CLUEB.
  6. Merini A. (1994a). Il ruolo della psicoterapia individuale per il paziente schizofrenico cronico nell’ambito di un trattamento integrato. In: Atti del XXVIII Congresso nazionale della Società Italiana di Psicoterapia Medica (SIPM), Lucca, 25-26 giugno 1994. Anche in: Psicoterapia e Scienze Umane, 1995, XXIX, 4: 79-92.
  7. Merini A. (1994b). Il lavoro di équipe nella pratica territoriale. In: Atti del XXXIX Congresso nazionale della Società Italiana di Psichiatria (SIP), Riccione, 23-28 ottobre 1994. Anche in: Psicoterapia e Scienze Umane, 1995, XXIX, 1: 87-99.
  8. Merini A. (2002). La psicoterapia nel Centro di Salute Mentale. In: Rigon G. & Costa S., a cura di, Interventi in psichiatria e psicoterapia dell’età evolutiva. Milano: FrancoAngeli, 2002, pp. 101-122.
  9. Merini A. (2008). La formazione alla psicoterapia presso la Scuola di specializzazione in psichiatria dell’Università di Bologna: appunti da una storia. Psicoterapia e Scienze Umane, XLII, 2: 205-218.
  10. Merini A., Malaffo L. & Salvatori F. (2008). Il bianco e il nero. Esperienze di etnopsichiatria nel servizio pubblico. Bologna: CLUEB.
  11. Racamier P.C. (1967). Psychothérapie psychanalytique des psychoses. In: Nacht S., La Psychanalyse d’aujourd’hui. Paris: PUF, 1967, pp. 375-519.
  12. Volpato C. (2013). Negare l’altro. La deumanizzazione e le sue forme (Relazione tenuta al Convegno “Identità del male. La costruzione della violenza perfetta”, Bologna, 29 novembre-1 dicembre 2012). Psicoterapia e Scienze Umane, XLVII, 2: 311-328., 10.3280/PU2013-002012(ilvideoèsulcanaleYouTubediPsicoterapiaeScienzeUmane:http://www.youtube.com/user/PsicoterScienzeUmane)DOI: 10.3280/PU2013-002012(ilvideoèsulcanaleYouTubediPsicoterapiaeScienzeUmane:http://www.youtube.com/user/PsicoterScienzeUmane)

Alberto Merini, Community psychiatry and psychotherapy in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 2/2014, pp. 324-328, DOI:10.3280/PU2014-002007

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content