Clicca qui per scaricare

I sentimenti taciuti. Scrivere i silenzi d’amore
Titolo Rivista: EDUCAZIONE SENTIMENTALE 
Autori/Curatori: Duccio Demetrio 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: 22 Amore Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 62-81 Dimensione file:  110 KB
DOI:  10.3280/EDS2014-022006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore attraversa i sentimenti amorosi alla luce dell’esperienza del silenzio che gli amanti condividono o respingono. Negli incontri clandestini, passeggeri, mercenari, passionali e in quelli che legano o allontano gli amanti nelle quotidianità della vita. Il silenzio è considerato tanto l’alleato dell’amore quanto un suo acerrimo nemico: poiché il troppo tacere può allontanare gli amanti fino al punto di presidiarne i rituali d’addio. L’articolo si sofferma inoltre sulla problematicità filosofica del silenzio come sentimento e non soltanto come manifestazione del sentire. Ne consegue che possiamo sapere di più dell’amore se ci interroghiamo del posto (e delle modalità contraddittorie) che gli riserviamo e non soltanto sul piano erotico e affettivo. Infatti impossibile è tacere dell’amore spirituale, mistico, religioso che per tradizione si appella al silenzio per cogliere il legame profondo con il divino. Infine la scrittura, già di per sé un atto ispirato dal bisogno di silenzio, viene suggerita come occasione per non dimenticarsi dell’amore, quali ne siano le manifestazioni, o per viverlo con maggior intensità poetica: tanto nel suo adempiersi felice, quanto nei rituali silenziosi dell’addio.


Keywords: Silenzio, sentimento, scrittura, trasformazioni silenziose, emozioni perturbanti, commozione, irraggiungibilità, cure d’amore, complicità, romanzo di formazione, chiave interpretativa, felicità.

  1. Demetrio D. (2013). La religiosità della terra. Una fede civile per la cura del mondo. Milano: Raffaello Cortina.
  2. Deonna J.A. (2011). Essere commosso. In: Tappolet Ch. et al., a cura di, Le ombre dell’anima. Pensare le emozioni negative. Milano: Raffaello Cortina, 2013.
  3. Dokic J. (2011). Il perturbante e altri sentimenti esistenziali negativi. In: Tappolet Ch. et al., a cura di, Le ombre dell’anima. Pensare le emozioni negative. Milano: Raffaello Cortina, 2013.
  4. Ferrari S. (1995). La scrittura come riparazione. Roma-Bari: Laterza.
  5. Gottschall J. (2012). L’istinto di narrare. Come le storie ci hanno reso umani. Torino: Bollati Boringheri, 2014.
  6. Gozzano S. (1999). Ipotesi sulla metafisica delle passioni. In: Magri T. (a cura di), Filosofia ed emozioni. Milano: Feltrinelli.
  7. Jankélévich V.(1998). La menzogna e il malinteso. Milano: Raffaello Cortina, 2000.
  8. Jullien F. (2009). Le trasformazioni silenziose. Milano: Raffaello Cortina, 2010.
  9. Pozzi G. (2002). Tacet. Milano: Adelphi.
  10. Starobinski J. (Apr.-Giu. 1966). Diogène. In: Prete A., a cura di, Nostalgia. Storia di sentimento. Milano: Raffaello Cortina, 1992.
  11. Starobinski J. (2014). L’inchiostro della malinconia. Torino: Einaudi.
  12. Tappolet Ch., Teroni F., Konzelmann Ziv A., a cura di (2011). Le ombre dell’anima. Pensare le emozioni negative. Milano: Raffaello Cortina, 2013.
  13. Torralba Rosellò F. (1996). Volti del silenzio. Magnano (Biella): Qiqajon, Comunità di Bose, 2012.

Duccio Demetrio, in "EDUCAZIONE SENTIMENTALE" 22/2014, pp. 62-81, DOI:10.3280/EDS2014-022006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche