Click here to download

Lo spessore delle linee. Quattro esercizi a partire dal disegno del piano di Genova
Journal Title: TERRITORIO 
Author/s: Andrea Vergano 
Year:  2014 Issue: 70 Language: Italian 
Pages:  9 Pg. 110-118 FullText PDF:  421 KB
DOI:  10.3280/TR2017-070018
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


Nelle linee del disegno urbanistico è sempre racchiusa una progettualità che in alcuni casi risulta più facilmente leggibile, come ad esempio nella ‘linea verde’ e nella ‘linea blu’ del nuovo piano urbanistico comunale di Genova. Attraverso quattro esercizi di rilettura del piano, il contributo intende fornire un’interpretazione critica circa i differenti ‘spessori’ di queste linee di margine dell’urbano: un esercizio di revisione dello schema della città lineare, che si combina con il modello della città policentrica e compatta; un esercizio di dottrina relativo al rapporto tra il disegno e la forma del piano (in un contesto legislativo non riformato come quello ligure); un esercizio di retorica in cui i disegni e le parole collaborano alla decifrazione e alla comunicazione del piano; un esercizio di immaginazione in cui le linee ritrovano, infine, il loro ‘spessore’ progettuale, aprendo possibili spiragli alla riqualificazione della città
Keywords: Disegno urbanistico; forma-piano; margini urbani

  1. Bianchetti C., 2011, Il Novecento è davvero finito. Considerazioni sull’urbanistica, Donzelli, Roma.
  2. Bobbio R., 2012, «Genova. Una città a rischio», Urbanistica Informazioni, n. 241, pp. 29-33.
  3. Corsi A.I., 2011, «Genova. L’esperienza del nuovo piano urbanistico comunale», Urbanistica Informazioni, n. 235, pp. 31-33.
  4. Dematteis G., 1995, Progetto implicito. Il contributo della geografia alle scienze del territorio, FrancoAngeli, Milano.
  5. Farinelli F., 2003, Geografia. Un’introduzione ai modelli del mondo, Einaudi, Torino.
  6. Ferraro G., 1990, La città nell’incertezza e la retorica del piano, Franco-Angeli, Milano.
  7. Gabellini P., 1996, Il disegno urbanistico, Nis, Roma.
  8. Gabellini P., 2001, Tecniche urbanistiche, Carrocci, Roma.
  9. Gasparrini C., 2001, «Strategie, regole, progetti per la città storica», Urbanistica, n. 116, pp. 93-108.
  10. Gastaldi F., 2010, «Genova. La riconversione del waterfront. Un percorso con esiti rilevanti. Storia, accadimenti, dibattito», in Savino M. (a cura di), Waterfront d’Italia. Piani politiche progetti, FrancoAngeli, Milano, pp.88-104.
  11. Gregotti V., 2010, «Fine del disegno», in Id., Tre forme di architettura mancata, Einaudi, Torino.
  12. Gregotti V., 2011, Architettura e postmetropoli, Einaudi, Torino.
  13. Kandinsky W., 1968, Punto, linea, superficie, Biblioteca Adelphi, Milano (ed. or. 1926).
  14. Koolhaas R., 1978, Delirious New York. A Retroactive Manifesto for Manhattan, Thames and Hudson, London (trad. it., 2001, «Delirious New York. Un manifesto retroattivo per Manhattan», Electa, Milano).
  15. Lombardini G., 2012, «Genova. La sfida della post-metropoli e il nuovo piano urbanistico», Urbanistica Informazioni, n. 241, pp. 42-44.
  16. Lyotard J.F., 1979, La condition postmoderne, Les Editions de Minuit,
  17. Paris (trad. it., 1985, La condizione postmoderna, Feltrinelli, Milano).
  18. Mazza L., 2004, Piano, progetti, strategie, FrancoAngeli, Milano.
  19. Perulli P., 2009, Visioni di città, Einaudi, Torino.
  20. Quaroni L., 1967, La torre di babele, Marsilio, Padova.
  21. Rogers R., Gumuchdjian P., 1997, Cities for a Small Planet, Faber & Faber Ltd., London (trad. it., 2000, Città per un piccolo pianeta, Erid’A/Kappa, Roma).
  22. Savino M., 2010, a cura di, Waterfront d’Italia. Piani politiche progetti, FrancoAngeli, Milano.
  23. Secchi B., 1984, Il racconto urbanistico, Einaudi, Torino.
  24. Urban Lab, 2008, Quaderno n. 1, Genova.
  25. Urban Lab, 2011, Quaderno n. 2, Ecig, Genova.dadori, Milano.

Andrea Vergano, in "TERRITORIO" 70/2014, pp. 110-118, DOI:10.3280/TR2017-070018

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content