Clicca qui per scaricare

La riforma degli ammortizzatori sociali secondo la legge Fornero: una simulazione degli effetti tra generazioni
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Elena Cappellini, Letizia Ravagli, Nicola Sciclone 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: 136 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 295-315 Dimensione file:  309 KB
DOI:  10.3280/SL2014-136016
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In Italia, la crisi ha ridotto drasticamente l’occupazione e le ore lavorate, in particolare per le persone con contratti flessibili - fondamentalmente i giovani - dato il ‘dualismo’ del mercato del lavoro italiano. Lo scopo di questo lavoro è quello di valutare il ruolo del sistema di protezione sociale italiano nella riduzione delle perdite di reddito individuali durante la recessione economica 2008-2012. Inoltre, questo studio mira a fornire una prima valutazione della riforma del mercato del lavoro recentemente introdotta in Italia. Il paper contribuisce al vasto dibattito sulla flexicurity, attraverso la costruzione di un modello di microsimulazione basato sull’Indagine delle forze di lavoro dell’ISTAT e sui dati amministrativi dell’INPS. I risultati attestano che i trattamenti previdenziali hanno ridotto significativamente le perdite di reddito sia per i lavoratori licenziati che sospesi. I lavoratori sotto i 35 anni sono meno protetti, rispetto a quelli più anziani, dal sistema di sicurezza sociale in vigore fino a dicembre 2012. La riforma della sicurezza sociale è riuscita a bilanciare le protezioni in una prospettiva intergenerazionale, anche se permangono grandi differenze.


Keywords: Crisi, mercato del lavoro, ammortizzatori sociali, microsimulazione

  1. Baldini M., Ciani E. (2011). Inequality and poverty during a recession. CAPPaper n. 75 June 2011.
  2. Berton F., Richiardi M., Sacchi S. (2009). Flex-insecurity. Perché in Italia la flessibilità diventa precarietà. Series ‘Studies and Research’. Bologna: il Mulino.
  3. CNEL (2012). Report on the Labour Market in Italy from 2011 to 2012.
  4. D’Amuri F. (2011). The Impact of the Great Recession on the Italian labour market. Research in Labour Economics, 32: 155-179.
  5. D’Amuri F., Jenkis S.P., Brandolini A., Micklewright J., Nolan B. (2011). The Great Recession and the Distribution of Household incumbent, Presented at: ‘Incomes Across the Great Recession’, XIII European Conference of the Fondazione Rodolfo Debenedetti, Palermo, 10 September 2011.
  6. European Commission (2007). Commission Communication, ‘Towards Common Principles of Flexicurity: More and better jobs through flexibility and security’, 27/06/2007, COM (2007) 359 final.
  7. Jorgensen H. (2011). Danish Flexicurity in Crisis – Or Just Stress-Tested by the Crisis? Report to the Friedrich Ebert Foundation. Stockholm.
  8. Ministero dell’Economia e delle Finanze (2012). Update Note Document of Economics and Finance 2012.
  9. Sacchi S. (2012). The World has Changed, but not for Social Safety Nets, www.nelmerito.com.
  10. Svimez (2012). Rapporto sull’economia del mezzogiorno. Bologna: il Mulino.
  11. Trivellato U., Paggiaro A., Leombruni R. (2012). A Fistful of Euros. Tales of Ordinary unemployment. Working Paper no. 120/2012 LABORatorio R. Revelli.
  12. Venetolavoro (2012). Documentation of proposals for the reform of social safety nets. Misure/38 January 2012, www.venetolavoro.it.

Elena Cappellini, Letizia Ravagli, Nicola Sciclone, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 136/2014, pp. 295-315, DOI:10.3280/SL2014-136016

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche