Clicca qui per scaricare

Retrospettiva sui concetti di Animus e Anima
Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI 
Autori/Curatori:  
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: 40 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 5-21 Dimensione file:  74 KB
DOI:  10.3280/JUN2014-040001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore espone prima la teoria basilare junghiana in merito ad Anima e Animus. Suggeriscedi considerare anche l’istanza della Persona, nel cui ambito i modelli di genere dellacultura collettiva assumono aspetto normativo. Poi in particolare analizza il problema Animuscome mediatore tra coscienza e inconscio nel confronto tra C.G. Jung, E. Jung, J. Hillmaned E. Neumann. Propone uno schema secondo cui la coscienza della donna si appoggiaattualmente su una doppia identità, femminile e maschile, con la compresenza di Animus eAnima nell’inconscio. Un punto nodale della teoria base è la complementarietà di immaginedell’anima e Persona, per cui la variazione storica della seconda istanza comporta modificazionianche nella prima. La diminuzione delle differenze di genere a livello conscio potrebbeavere modificato la spinta compensatrice dell’inconscio, che ai tempi di Jung aveva un caratterenettamente controsessuale, mentre oggi molti psicologi analitici constatano la compresenza degli archetipi del maschile e del femminile nell’inconscio collettivo di individuid’ambo i sessi.


Keywords: C.G. Jung, J. Hillman, Animus, Anima, Persona, modelli di genere

  1. Bettini M. (2000). Mos, mores e mos maiorum. In: Le orecchie di Hermes: studi di antropologia e letterature classiche. Torino: Einaudi, pp. 241-292.
  2. Ernout A., Meillet A. (1967). Dictionnaire Étymologique de la Langue Latine: Histoire des Mots. IV ed. Paris: Klincksieck.
  3. Franz M-L., von (1972). C.G. Jung: sein Mythos in unserer Zeit. Frauenfeld: Huber (trad. it. Il mito di Jung. Torino: Bollati Boringhieri, 1978).
  4. Hillman J. (1974). Anima. Spring 1973 e 1974 (trad. it. Anima: anatomia di una nozione personificata. Milano: Adelphi, 2008).
  5. Hillman J. (1975). Re-Visioning Psychology. New York: Harper & Row (trad. it. Re-visione della psicologia. Milano: Adelphi, 2008).
  6. Jung C.G. (1916). Die transzendente Funktion (trad. it. La funzione trascendente. In: Opere, vol. 8. Torino: Boringhieri, 1976).
  7. Jung C.G. (1921). Psychologische Typen (trad. it. Tipi psicologici. In: Opere, vol. 6. Torino: Bollati Boringhieri, 1969).
  8. Jung C.G. (1925). Die Ehe als psychologische Beziehung (trad. it. Il matrimonio come relazione psicologica. In: Opere, vol. 17. Torino: Bollati Boringhieri, 1991).
  9. Jung C.G. (1928). Die Beziehungen zwischen dem Ich und dem Unbewussten (trad. it. L’Io e l’inconscio. In: Opere, vol. 7. Torino: Bollati Boringhieri, 1983).
  10. Jung C.G. (1951). Aion: Beiträge zur Symbolik des Selbst (trad. it. Aion: ricerche sul simbolismo del Sé. In: Opere, vol. 9, 2. Torino: Bollati Boringhieri, 1982). Jung E. (1934). Ein Beitrag zum Problem des Animus. In: C.G. Jung, Wirklichkeit der Seele.
  11. Zürich: Rascher (trad. it. Il problema dell’Animus. In: E. Jung, Animus e Anima. Torino: Bollati Boringhieri, 1992, pp. 31-70).
  12. Kast V. (1984). Paare: Beziehungsphantasien oder wie Götter sich in Menschen spiegeln. Stuttgart: Kreuz (trad. it. La coppia: realtà e immaginario nelle relazioni d’amore. Milano: red, 1991).
  13. Kast V. (1993). Animus and Anima: Spiritual Growth and Separation from the Parental Complexes. Harvest, 39: 5-15.
  14. Kast V. (1994). Vater-Töchter Mutter-Söhne: Wege zur eigenen Identität aus Vater- und Mutterkomplexen. II ed. Freiburg i. B.: Kreuz, 2005.
  15. Moore R., Gillette D. (1990). King Warrior Magician Lover: Rediscovering the Archetypes of the Mature Masculine. New York: Harper Collins.
  16. Neumann E. (1953). Zur Psychologie des Weiblichen. Zürich: Rascher (trad. it. La psicologia del femminile. Roma: Astrolabio, 1975).
  17. Pieri P. F. (1998). Dizionario junghiano, 2 ed. ridotta. Torino: Bollati Boringhieri, 2005.
  18. Riedel I. (1998). Neue Konzepte des Weiblichen in der Psychologie C.G. Jungs. Wege zum Menschen, 50: 270-284.

, in "STUDI JUNGHIANI" 40/2014, pp. 5-21, DOI:10.3280/JUN2014-040001

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche