Clicca qui per scaricare

"Gruppo Cerchio". Un’esperienza clinica gruppale con adolescenti disabili motori
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori: Nicola Perella, Monica Ranieri 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 131-149 Dimensione file:  98 KB
DOI:  10.3280/GRU2014-003011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Partendo dal presupposto che l’adolescenza costituisce uno dei principali snodi evolutivi della vita e che l’individuo in tale fase guarda al proprio corpo come elemento essenziale per svolgere una funzione strutturante e integrante l’identità in trasformazione, il presente articolo si pone l’obiettivo di raccontare un’esperienza di lavoro clinico di gruppo su adolescenti e pre-adolescenti disabili motori. Il "Gruppo Cerchio", nato con l’obiettivo di dar vita ad un dispositivo in grado di offrire a ragazzi disabili un’occasione di riflessione sulle proprie peculiari esperienze, ha facilitato l’espressione dei sentimenti e l’adattamento alla realtà del minore disabile, che affronta la sfida di costruzione della propria identità attraverso un surplus di difficoltà, fisica e psicologica, legato a doppio filo con il tema della dipendenza e dell’integrazione tra pari. Il "Gruppo Cerchio" ha evidenziato la promozione di un percorso evolutivo in cui i ragazzi, da una condizione di iniziale difficoltà a relazionarsi nell’incontro con l’altro, hanno creato uno spazio di dialogo e sempre maggior confronto tra pari, permettendoci di osservare un vero e proprio progresso verso soluzioni più "evolutive" alle molteplici sfide che un adolescente con disturbi motori si trova ad affrontare.


Keywords: Adolescenza, disabilità motoria, gruppo, dipendenza, legame, diversità.

  1. AA.VV. (2011). Approccio integrato alla riabilitazione del bambino con paralisi cerebrale. Le competenze multidisciplinari e la terapia centrata sulla famiglia. Milano: FrancoAngeli.
  2. Ammaniti M. (2002). Manuale di psicopatologia dell’adolescenza. Milano: Raffaello Cortina.
  3. Bion W.R. (1961). Esperienze nei gruppi. Roma: Armando, 1971.
  4. Bion W.R. (1962). Apprendere dall’esperienza. Roma: Armando, 1972.
  5. Bowlby J. (1989). Una base sicura. Applicazioni cliniche della teoria dell’attaccamento. Milano: Raffaello Cortina.
  6. Ferrari A., Cioni G. (1998). Paralisi Cerebrali Infantili. Storia naturale e orientamenti riabilitativi. Pisa: Edizioni del Cerro.blishing. Foulkes S.H. (1975). La psicoterapia gruppoanalitica. Roma: Astrolabio, 1976.
  7. Khan M. (1974). Lo spazio privato del Sé. Torino. Bollati Boringhieri, 1979.
  8. Klein M. (1957). Invidia e gratitudine. Firenze: Martinelli, 1969.
  9. Maggiolini A. (2004). Manuale di psicologia dell’adolescenza: compiti e conflitti.
  10. Milano: FrancoAngeli.
  11. McDougall J. (1989). Teatri del corpo. Milano: Raffaello Cortina, 1990.
  12. McWilliams N. (1994). La diagnosi psicoanalitica. Roma: Astrolabio, 1999.
  13. Minuchin S. (1974). Families and Family Therapy. Cambridge, MA: Harvard University Press (trad. it.: Famiglie e terapia della famiglia. Roma: Astrolabio, 1976).
  14. Napolitani D. (1987). Individualità e gruppalità. Torino: Bollati Boringhieri.
  15. Sabbadini G., Pierro M.M., Ferrari A. (1982). La riabilitazione in età evolutiva. Roma: Bulzoni.
  16. Sausse S. (1996). Specchi infranti. Uno sguardo psicoanalitico sull’handicap. Il bambino e la sua famiglia. Torino: Ananke, 2006.
  17. Sausse S. (2009). Da Edipo a Frankenstein. Figure dell’handicap. Torino: Ananke.
  18. Solano L. (2001). Tra mente e corpo. Milano: Raffaello Cortina.
  19. Sorrentino A.M. (2006). Figli disabili. Milano: Raffaello Cortina.
  20. Tesio E. (2000). L’uovo fuori dal cesto. Dinamiche affettive con i disabili e le loro famiglie. Torino: Utet.

Nicola Perella, Monica Ranieri, in "GRUPPI" 3/2014, pp. 131-149, DOI:10.3280/GRU2014-003011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche