Clicca qui per scaricare

Transfert erotico
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Alberto Stefana 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 115-124 Dimensione file:  58 KB
DOI:  10.3280/INT2015-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nell’articolo vengono esposte alcune riflessioni sul delicato e complesso fenomeno del transfert erotico (e dei suoi correlati controtransferali), una particolare forma di transfert che spinge il soggetto a cercare di convertire l’oggetto in una fantasia erotica. Va precisato che l’aggettivo "erotico" è un concetto ponte tra "piacevole" e "sessuale", ne consegue che il transfert erotico può assumere varie tonalità che vanno da quella amorosa a quella sessualizzata, da uno stato sognante (benigno) a uno stato drogato o delirante (maligno). Alcuni autori distinguono vari tipi di transfert erotico, che comunque sembrano essere collocabili sul continuum "piacevole-sessuale", a sua volta sovrapponibile alla dimensione "preedipico-edipico".


Keywords: Transfert erotico, controtransfert erotico, idealizzazione, erotizzazione, sessualizzazione.

  1. Balint M. (1949). Changing therapeutical aims and techniques in psycho-analysis. International Journal of Psychoanalysis, 1950, 31: 117-124 (trad. it.: Nuove tecniche e nuove finalità terapeutiche in psicoanalisi. In: Genovese C., a cura di, Setting e processo psicoanalitico: Saggi sulla teoria della tecnica. Milano: Raffaello Cortina, 1988, pp. 225-236).
  2. Bolognini S. (1994). Transference: erotised, erotic, loving, affectionate. International Journal of Psychoanalysis, 75: 73-86.
  3. Bolognini S. (2005). Transfert: erotizzato, erotico, amoroso, amorevole.
  4. Bollas C. (1987). The Shadow of the Object: Psychoanalysis of the Unthought Known. London: Free Association Books, 1987 (trad. it.: L’ombra dell’oggetto: Psicoanalisi del conosciuto non pensato. Roma: Borla, 1989).
  5. Bollas C. (1994). Aspects of the erotic transference. Psychoanalytic Inquiry, 14: 572-590., DOI: 10.1080/0735169940953400
  6. Britton R. (2003). Sex, Death and the Superego. London: Karnac (trad. it.: Sesso, morte e Super-Io. Roma: Astrolabio, 2004).
  7. De Masi F. (2011). The erotic transference: dream or delusion? Journal ofthe American Psychoanalytic Association, 60, 6: 1199-1220., DOI: 10.1177/0003065112464394
  8. Eagle M.N. (2000). A critical evaluation of current concepts of transference and countertransference. Psychoanalytic Psychology, 17, 1: 24-37., DOI: 10.1037/0736-9735.17.1.24
  9. Ferenczi S. (1933). Sprachverwirrung zswischen den Erwachsenen und dem Kind. International Zeitscrift für Psychoanalyse, 19: 5-15 (trad. it.: La confusione
  10. delle lingue tra adulti e bambino. In: Opere, 4. Milano: Raffaello Cortina, 2002, pp. 91-100).
  11. Giannakoulas A. (1991). Holding e spazio affettivo. In: Hautmann G., Vergine A., a cura di, Gli affetti nella Psicoanalisi. Roma: Borla, pp. 323-336.
  12. Joseph B. (2003). Ethics and enactment. EPF Bullettin, 57: 147-152.
  13. Klein M. (1935). A contribution to the psychogenesis of manic-depressive states. International Journal of Psychoanalysis, 16: 145-174 (trad. it.: Contributo alla psicogenesi degli stati maniaco-depressivi. In: Klein, 2006, pp. 297-325).
  14. Klein M. (1940). Mourning and its relation to manic-depressive states. International Journal of Psychoanalysis, 21: 125-153 (trad. it.: Il lutto e la sua connessione con gli stati maniaco-depressivi. In: Klein, 2006, pp. 326-354).
  15. Milner M. (1952). Aspects of symbolism in comprehension of the not-self. International Journal of Psychoanalysis, 33: 181-195 (trad. it.: Il ruolo dell’illusione nella formazione del simbolo. In: Milner M., La follia rimossa delle persone sane. Roma: Borla, 1992, pp. 109-146).
  16. Racker H. (1953). A contribution to the problem of counter-transference. International Journal of Psychoanalysis, 34: 313-324 (trad. it.: La nevrosi di controtransfert. In: Racker H., Studi sulla tecnica psicoanalitica: Transfert e controtransfert. Roma: Armando, 1970, pp. 143-170).
  17. Rosenfeld H. (1998). I seminari italiani di Herbert Rosenfeld. Milano: Quaderni del Centro milanese di Psicoanalisi Cesare Musatti, n. 2.
  18. Rycroft C. (1968). A Critical Dictionary of Psychoanalysis. London: Thomas Nelson and Sons Ltd. (trad. it.: Dizionario critico di psicoanalisi. Roma: Astrolabio-Ubaldini, 1970).
  19. Segal H. (1950). Some aspects of the analysis of a schizophrenic. International Journal of Psychoanalysis, 31: 268-278 (trad. it.: Alcuni aspetti dell’analisi di uno schizofrenico. In: Segal, 1980, pp. 1-25).
  20. Segal H. (1957). Notes on symbol formation. International Journal of Psychoanalysis, 38: 391-397 (trad. it.: Alcune note sulla formazione del simbolo. In: Segal, 1980, pp. 77-91).
  21. Segal H. (1980). Casi clinici. Roma: Il Pensiero Scientifico.
  22. Winnicott D.W. (1953). Transitional objects and transitional phenomena. International Journal of Psychoanalysis, 34: 89-97 (trad. it.: Oggetti transizionali e fenomeni transizionali. In: Dalla pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1975, pp. 275-290).
  23. Winnicott D.W. (1971). Playing and Reality. London: Hogarth Press (trad. it.: Gioco e realtà. Roma: Armando, 1974).

Alberto Stefana, in "INTERAZIONI" 1/2015, pp. 115-124, DOI:10.3280/INT2015-001011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche