Clicca qui per scaricare

L’arsura senza parola. Riflessioni sul caso di M.
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Giulio Caselli 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 123-127 Dimensione file:  86 KB
DOI:  10.3280/PSOB2015-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Partendo dalle parole della paziente l’autore ha cercato di sviluppare una riflessione sulle ipotesi teoriche proposte in ambito analitico per la comprensione e lo svolgimento di una psicoterapia per pazienti con sindrome borderline. L’autore si è concentrato su concetti cardine come ad esempio il concetto di limite, di ordine simbolico, di immaginario. Le riflessioni analitiche sono relative agli orientamenti delle scuole freudiane, lacaniana e junghiane. Secondo l’autore, il concetto cardine dell’articolo riguardo alla patologia borderline è la creazione di un’immagine specifica che possa accompagnare il paziente a costruire una sorte di argine. Il lavoro primario della relazione terapeutica è la creazione di una immagine-spartiacque che possa contenere lo scorrere del fiume di contenuti e affetti grezzi non elaborati potenzialmente a rischio di straripamento come classicamente avviene in questo tipo di disturbo. La relazione terapeutica deve occuparsi dell’incanalamento di questo fiume di emozioni non differenziate.


Keywords: Confini; ordine simbolico; psicoanalisi; splitting; relazioni oggettuali; psicologia archetipica.

  1. Albini Bravo C., Devescovi P.C. (2013) “Borderline, la malattia dei confini cifra
  2. di una cultura sofferente”, Psicoanalisi e metodo, XIII/2014: 205-218
  3. Augé M. (2011) La felicità ha un luogo?, La Compagnia della Stampa, Roccafranca
  4. Borgna E. (2007) Come in uno specchio oscuramente, Feltrinelli, Milano
  5. Giambelluca F.C., Parisi S., Pes P. (1995) L’interpretazione psicoanalitica del
  6. Rorschach. Modello dinamico strutturale, Kappa, Roma Green A. (1990) La folie privée (trad. it.:
  7. Psicoanalisi degli stati limite. La follia privata, Raffaello Cortina, Milano, 1991)
  8. Hillman J. (1989) A Blue Fire (trad. it.: Fuochi Blu, Adelphi, Milano, 1996)
  9. Houellebecq M. (2005) La possibilità di un’isola, Bompiani, Milano
  10. Kerenyi K. (1984) Gli dei e gli eroi della Grecia, Garzanti, Milano
  11. Lopez Pedraza R. (1987) “Sul titanismo. Un incontro fra la psicologia e la
  12. poesia”, L’immaginale, 5 (8): 67-81
  13. Racamier P.C. (1992) Le génie des origines. Psychanalyse et psychoses (trad. it.: Il genio
  14. delle origini. Psicoanalisi e psicosi, Raffaello Cortina, Milano, 1993)
  15. Recalcati M. (2010) L’uomo senza inconscio, Raffaelo Cortina, Milano
  16. Winnicott D. (1971) Playing and Reality (trad. it.: Gioco e Realtà, Armando, Roma, 1974)

Giulio Caselli, in "PSICOBIETTIVO" 1/2015, pp. 123-127, DOI:10.3280/PSOB2015-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche