Clicca qui per scaricare

Damned if you do, damned if you don’t. Il rischio e la responsabilità penale dello psichiatra
Titolo Rivista: RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA 
Autori/Curatori:  
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 P. 47-70 Dimensione file:  2306 KB
DOI:  10.3280/RSF2015-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il tema della responsabilità colposa dello psichiatra va inquadrato tra i settori di particolare complessità del diritto penale della medicina, sia per il medico, sia per il giudice chiamato a valutarne l’operato. Rispetto al passato, è oggi differente il modello culturale di riferimento e la ricostruzione dei compiti dello psichiatra, se da un lato consente di rigettare le pretese di residui obblighi custodiali, dall’altro porta alla luce il collegamento tra cornice della posizione di garanzia e rischio consentito: è proprio l’esigenza di contrastare e frenare un determinato rischio per il paziente che individua e circoscrive, sul versante della responsabilità colposa, le regole cautelari. Si profila per tale via il legame tra posizione di garanzia, obblighi impeditivi e regole cautelari: le regole di condotta a contenuto precauzionale rilevanti ai fini dell’imputazione colposa hanno sempre come presupposto e limite i doveri del medico, al quale non si può chiedere in misura di diligenza, prudenza e perizia più di quanto egli sia tenuto a fare in posizione di garante.


Keywords: Responsabilità penale, medicina difensiva, posizione di garanzia dello psichiatra, volontà del paziente, linee guida, rischio suicidario

  1. [1] Fiandaca G, Musco E. Diritto penale. Parte generale. Bologna: Zanichelli; 2014, p. 564.
  2. [2] Romano M, Stella F. Ricoveri, dimissioni e trattamento terapeutico dei malati di mente; aspetti penalistici e costituzionali. Riv. it. dir. e proc. pen. 1973; p. 388.
  3. [3] Introna F. Problemi interpretativi, pratici e burocratici suscitati dalla legge sui trattamenti sanitari obbligatori dei malati di mente. Riv. it. med. leg. 1980; p. 13.
  4. [4] Introna F. I diritti del malato di mente; ovvero il malato di mente nel diritto. Riv. it. med. leg. 1993; p. 23.
  5. [5] Fiori A. La riforma (della riforma) psichiatrica e la responsabilità professionale dello psichiatra. Riv. it. med. leg.1982; p. 542.
  6. [6] Realdon A. Problemi interpretativi, pratici e burocratici suscitati dalla legge suscitati dalla legge sui trattamenti sanitari obbligatori dei malati di mente. Riv. it. med. leg. 1980; p. 10.
  7. [7] Realdon A. Responsabilità e libertà in psichiatria. Riv. it. med. leg. 1988; p. 159.
  8. [8] Fornari U. Il trattamento del malato di mente e la legge 180/78: aspetti psichiatrico-forensi e medico-legali. Riv. it. med. leg. 1984; p. 332.
  9. [9] Fornari U. Trattato di psichiatria forense. Torino: Utet; 2013, p. 1011.
  10. [10] Canepa G. Note introduttive allo studio della responsabilità professionale dello psichiatra in ambito ospedaliero. Riv. it. med. leg., 1983; p. 19.
  11. [11] Fiandaca G. Problemi e limiti della responsabilità professionale dello psichiatra. Foro it. 1988; II: 107. [12] Fiandaca G. Responsabilità penale dell’operatore di salute mentale: i reati omissivi. In: Manacorda A, ed. Tutela della salute mentale e responsabilità penale degli operatori. Perugia: Pliniana; 1989, p. 195.
  12. [13] Manacorda A. Responsabilità dello psichiatra per il fatto commesso da infermo di mente. Prime riflessioni. Foro it. 1988; p. 118.
  13. [14] Bricola F. La responsabilità penale dell’operatore di salute mentale: profili penalistici generali. In: Manacorda A, ed. Tutela della salute mentale e responsabilità penale degli operatori. Perugia: Pliniana; 1989, p. 137.
  14. [15] Insolera G. Brevi considerazioni sulla responsabilità penale omissiva dello psichiatra. Ind. pen. 1990; p. 775.
  15. [16] Girolami P, Jourdan S. Lo psichiatra e il suicidio del paziente. Viaggio attraverso le categorie giuridiche delle “obligations dé securité” e degli “obblighi di protezione”. Riv. it. med. leg. 2001; p. 60.
  16. [17] Maspero M. Mancata previsione di evento suicidario e responsabilità dello psichiatra: creazione di un “Fuzzy set” o rilevazione di un ossimoro? Riv. it. med. leg. 2002; p. 913.
  17. [18] Maspero M. La responsabilità del medico per il suicidio del paziente alla luce della recente giurisprudenza di merito. Riv. it. med. leg. 2005; p. 777.
  18. [19] Zanchetti M. Fra l’incudine e il martello: la responsabilità penale dello psichiatra per il suicidio del paziente in una recente pronuncia della Cassazione. Cass. pen., 2004; p. 2859.
  19. [20] Gargani A. La congenita indeterminatezza degli obblighi di protezione. Dir. pen. e proc. 2004; p. 1395.
  20. [21] Marra G, Pezzetto S. La responsabilità dello psichiatra nella giurisprudenza successiva alla legge n. 180 del 1978. Cass. pen. 2006; p. 3429.
  21. [22] Marra G. Un caso di responsabilità penale dello psichiatra per l’omicidio commesso dal suo paziente. Cass. pen. 2008; p. 2609.
  22. [23] Fiori A, Buzzi F. Problemi vecchi e nuovi della professione psichiatrica. Riv. it. med. leg. 2008; p. 1438.
  23. [24] Cingari F. Presupposti e limiti della responsabilità penale dello psichiatra per gli atti etero-aggressivi del paziente. Riv. it. dir. e proc. pen. 2009; p. 440.
  24. [25] Piras P, Sale C. Atti auto ed eterolesivi e responsabilità dello psichiatra. Cass. pen. 2010; p. 1471.
  25. [26] Montanari Vergallo G, Frati P, Gulino M, Di Luca NM. La responsabilità dello psichiatra per le condotte auto ed etero aggressive del paziente: tra il non ancora e il non più. Giut. pen. 2011; II: 79.
  26. [27] Cupelli C. La responsabilità penale dello psichiatra. Sui rapporti tra obblighi impeditivi, consenso e regole cautelari. Napoli: Edizioni Scientifiche Italiane; 2013.
  27. [28] Pellissero M. La colpa medica nella giurisprudenza penale. Dibattito a più voci intorno alla colpa medica, con specifico riferimento alla responsabilità del medico psichiatra. Contratto e impresa 2015; p. 540. [29] Castronuovo D, Ramponi L. Dolo e colpa nel trattamento medico sanitario. In: Belvedere A,. Riondato S, ed. Le responsabilità in medicina. Trattato di biodiritto, diretto da S. Rodotà e P. Zatti. Milano: Giuffrè; 2011, p. 947.
  28. [30] De Francesco G. L’imputazione della responsabilità penale in campo medicochirurgico: un breve sguardo d’insieme. Riv. it. med. leg. 2012; p. 970.
  29. [31] Piccione D. Il pensiero lungo. Franco Basaglia e la Costituzione. Merano: Alphabeta ed.; 2013, p. 57.
  30. [32] Morello M. I malati di mente dalla legislazione preunitaria alla legge Basaglia. Fano: Aras Edizioni; 2012, p. 25.
  31. [33] Veneziani P. I delitti contro la vita e l’incolumità individuale. II. I delitti colposi. Padova: Cedam; 2003, p. 346.
  32. [34] Ariatti R, Versari M, Volterra V. Responsabilità professionale dello psichiatra operante nel servizio sanitario nazionale. In: Volterra V, ed. Psichiatria forense, criminologia ed etica psichiatrica. Milano: Elsevier; 2010, p. 578.
  33. [35] Bilancetti M. La responsabilità penale e civile del medico. Padova: Cedam; 2010, p. 138.
  34. [36] Cipriano P. La fabbrica della cura mentale. Diario di uno psichiatra riluttante. Milano: Elèuthera; 2013.
  35. [37] Cipriano P. Il manicomio chimico. Cronache di uno psichiatra riluttante. Milano: Elèuthera; 2015.
  36. [38] Fiori A. La medicina delle evidenze e delle scelte sta declinando verso la medicina dell’obbedienza giurisprudenziale? Riv. it. med. leg. 2007; p. 925.
  37. [39] Jourdan S. La responsabilità dello psichiatra per le azioni violente compiute dal paziente: prevedibilità dell’evento e possibilità di evitarlo. In: Fornari U, Jourdan S, ed. La responsabilità professionale dello psichiatra. Torino: Centro Scientifico; 2006, p. 115.
  38. [40] Pavonessa C. Obbligo di impedire l’evento e fisiognomica del potere impeditivi. Criminalia 2012; p. 641.
  39. [41] Giunta F. La normatività della colpa penale. Lineamenti di una teorica. Riv. it. dir. e proc. pen. 1999; p. 90.
  40. [42] Mantovani F. Diritto penale, parte generale. Padova: Cedam; 2001, p. 158.
  41. [43] Leoncini I. Obbligo di attivarsi, obbligo di garanzia e obbligo di sorveglianza. Torino: Giappichelli; 1999, p. 70.
  42. [44] Viganò F. Problemi vecchi e nuovi in tema di responsabilità penale per medical malpractice. Corr. mer. 2006; p. 973.
  43. [45] Viganò F. Riflessioni sulla c.d. “causalità omissiva” in materia di responsabilità medica. Riv. it. dir. e proc. pen. 2009; p. 1724.
  44. [46] Palazzo F. Causalità e colpa nella responsabilità medica (Categorie dogmatiche ed evoluzione sociale). Cass. pen. 2010; p. 1236.
  45. [47] Capelli C. I limiti di una codificazione terapeutica. Linee guida, buone pratiche e colpa grave al vaglio della cassazione. Cass. pen. 2013; p. 2999.
  46. [48] Fiori A. Evidence-based medicine e medicina legale. Riv. it. med. leg. 1998; p. 3. [49] Editorial: Evidence-based medicine: a new approach to teaching the practice of medicine. JAMA 1992; 268: 2420.
  47. [50] Di Ladro A. Dalle linee guida e dai protocolli all’individualizzazione della colpa penale nel settore sanitario. Torino: Giappichelli; 2012, p. 155.
  48. [51] Borghetti S, Erlicher A. Linee guida, vincolo normativo o supporto? Ovvero, l’operatore in bilico tra filo d’Arianna e richiamo del pifferaio magico. In Dodaro G, ed. La posizione di garanzia degli operatori
  49. psichiatrici; Milano: FrancoAngeli; 2011, p. 152.
  50. [52] Villa A. Linee guida per la sicurezza all’interno dei reparti psichiatrici ospedalieri: una tematica in bilico tra specificità dei precetti e affidamento al senso del dovere degli infermieri all’interno dei limiti previsti per la tutela dei diritti dei pazienti. Foro ambr. 2008; p. 398.
  51. [53] Amatulli A, Maranesi T, Pittini G, Varrani E. La psichiatria: confrontiamoci con indagini, procedimenti e sentenze. In: Dodaro G, ed. La posizione di garanzia degli operatori psichiatrici; Milano: FrancoAngeli; 2011, p. 117 (spec. p. 123).
  52. [54] Barbieri C, Barbero L, Paliero V. La cosiddetta autopsia psicologica. Riv. it. med. leg. 2013; p. 597.
  53. [55] Shneidman ES. Autopsia di una mente suicida. Roma: Fioriti ed.; 2007.
  54. [56] Nivoli GC, Lorettu L, Nivoli LF, Nivoli AMA. Osservazioni psichiatricoforensi in tema di imputazioni e condanne agli psichiatri per il suicidio del paziente. Journal of Psychopathology 2012; 18: 67.
  55. [57] Pavan L. Suicidio. Trattato italiano di psichiatria. Milano: Masson; 1999, p. 2395.
  56. [58] Pavan L. Esiste il suicidio razionale? Roma: Magi ed.; 2009.
  57. [59] Barni M. Evidence Based Medicine e medicina legale. Riv. it. med. leg. 1998; p. 3.
  58. [60] Fineschi V, Frati P. Linee guida: a double edged-sword. Riflessioni medicolegali sulle esperienze statunitensi. Riv. it. med. leg. 1998; p. 667.
  59. [61] Pulitanò D. Introduzione, In: Dodaro G, ed. La posizione di garanzia degli operatori psichiatrici; Milano: FrancoAngeli; 2011, p. 21.

, in "RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA" 3/2015, pp. 47-70, DOI:10.3280/RSF2015-003004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche