Clicca qui per scaricare

Processi neurobiologici e riconoscimento terapeutico nell’esperienza addictive
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Giancarlo Pintus 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 63-71 Dimensione file:  61 KB
DOI:  10.3280/GEST2015-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel solco del rapporto tra teoria e pratica della psicoterapia della Gestalt e sapere neuroscientifico, l’autore delinea le connessioni tra i processi neurobiologici nell’addiction e i vissuti traumatici di questa esperienza. Le aree corticali e subcorticali implicate nei processi dell’addiction risultano profondamente interconnesse con quelle deputate alle funzioni cognitive. Si tratta delle stesse aree che si attivano nelle primarie relazioni di attaccamento e che nell’addiction vengono traumatizzate dalla potenza dell’esperienza addictive. Esiste un nesso funzionale tra bisogno di appartenenza, sostegno e vulnerabilità all’addiction. La terapia dell’addiction diventa trasformativa nella misura in cui sa accogliere e coronare questa intenzionalità di appartenenza del campo organismo-ambiente.


Keywords: Psicoterapia della Gestalt, dipendenza, confine di contatto, trauma, attaccamento, neurobiologia.

  1. AA.VV., a cura di (2011). Psicoterapia della Gestalt e neuroscienze. Quaderni di Gestalt, XXIV, 2.
  2. Benedetti F., Frisaldi E. (2012). Il medico e la terapia come fonte di ricompensa. MDD, 8, II: 27-30.
  3. Cavaleri P.A., a cura di (2013). Psicoterapia della Gestalt e neuroscienze. Dall’isomorfismo alla simulazione incarnata. Milano: FrancoAngeli.
  4. Cavaleri P.A., a cura di (in press). Le forme della mente. Tra modello gestaltico e ricerca neuroscientifica. Milano: FrancoAngeli.
  5. Cavaleri P.A., Pintus G. (2010). “Essere-con” nel mondo di oggi. Dialogo sulla cultura della relazione. Quaderni di Gestalt, XXIII, 1: 35-49., DOI: 10.3280/GEST2010-001003
  6. Cibin M., Bettamin S., Spolaor G., Hinnenthal I. (2012). Il piacere e il corpo nel trattamento delle dipendenze: dagli approcci “cognitivi” alle tecniche “emotive”. MDD, 8, II: 31-42.
  7. Cloninger C.R. (1987). Neurogenetic Adaptive Mechanisms in Alcoholism. Science, 236: 410-416., DOI: 10.1126/science.2882604
  8. Cozolino L. (2008). Il cervello sociale. Neuroscienze delle relazioni umane. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  9. Gallese V. (2006). Corpo vivo, simulazione incarnata e intersoggettività. Una prospettiva neuro-fenomenologica. In: Cappuccio M., a cura di, Neurofenomenologia. Le scienze della mente e la sfida dell’esperienza cosciente. Milano: Mondadori.
  10. Guerrini R., Marraffa M. (2012). Il piacere tra psicologia e neuroscienze. MDD, 8, II: 19-25. Iacoboni M. (2008). I neuroni specchio. Come capiamo ciò che fanno gli altri. Torino: Bollati Boringhieri.
  11. Perls F., Hefferline R.F., Goodman P. (1997). Teoria e pratica della Terapia della Gestalt. Vitalità e accrescimento nella personalità umana. Roma: Astrolabio.
  12. Pintus G. (2011). Tempo e relazione nel vissuto dipendente. Percorsi ermeneutici e clinici. In: Menditto M., a cura di, La psicoterapia della Gestalt contemporanea. Milano: FrancoAngeli.
  13. Pintus G., Crolle Santi M.V., a cura di (2014). La relazione assoluta. Psicoterapia della Gestalt e dipendenze patologiche. Roma: Aracne Edizioni.
  14. Pulvirenti L. (2007). Il cervello dipendente. Milano: Salani.
  15. Rizzolatti G., Sinigaglia C. (2006). So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  16. Rizzolatti G., Vozza L. (2008). Nella mente degli altri. Neuroni specchio e comportamento sociale. Bologna: Zanichelli.
  17. Spagnuolo Lobb M. (2011). Il now-for-next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna. Milano: FrancoAngeli.
  18. Spagnuolo Lobb M. (2013). Intervento al Convegno Società e traumi infantili. Ricerca e psicoterapia della Gestalt, Siracusa, 7-8 giugno (comunicazione orale).
  19. Spagnuolo Lobb M., Cavaleri P.A. (2011). Psicoterapia della Gestalt e neuroscienze: il perché di un dialogo. Quaderni di Gestalt, XXIV, 2: 5-9., DOI: 10.3280/GEST2011-002001
  20. Wheeler G. (2007). Contatto e creatività: il ciclo della Gestalt contestualizzato. In: Spagnuolo Lobb M., Amendt-Lyon N., a cura di, Il permesso di creare. L’arte della psicoterapia della Gestalt. Milano: FrancoAngeli.

Giancarlo Pintus, in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2015, pp. 63-71, DOI:10.3280/GEST2015-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche