Clicca qui per scaricare

Trauma familiare Interventi terapeutici e resilienza (traduzione di Carlotta Romano)
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Michel Delage 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 57-76 Dimensione file:  123 KB
DOI:  10.3280/PSOB2016-001004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il trauma familiare rimanda al fatto che in una famiglia, di fronte ad una vicenda grave, vi è una ferita nei legami che impattano durevolmente sull’insieme della vita familiare. A volte questi legami vengono distrutti. Questo lavoro intende esaminare i sintomi del trauma familiare, ad esempio le conseguenze della trappola nella quale si trovano chiusi diversi partner che non riescono più a condividere e mentalizzare le emozioni. La resilienza presuppone un processo interpersonale che permette di ritrovare nella famiglia una funzionalità efficente che permette un lavoro di mentalizzazione suscettibile di trasformare il trauma in una storia integrabile nella vita della famiglia. Gli interventi terapeutici mirano a ristabilire una sicurezza sufficiente nella famiglia, aiutano il lavoro della regolazione emozionale e lo sviluppo di un’attività narrativa.


Keywords: Crisi traumatica; trappola traumatica; resilienza familiare; attività narrativa; mentalizzazione

  1. Byng-Hall J. (1995) Rewriting Family Scripts. Improvisations and systems change, Guilford Press, London
  2. Cyrulnik B. (2012) Pourquoi la résilience in B. Cyrulnik, G. Jorland (eds): Résilience, connaissances de base, Odile Jacob, Paris, pp. 7-17 Cyrulnik B. (1999) Un merveilleux malheur, Odile Jacob, Paris
  3. De Clercq M. (1995) “Les répercussions du syndrôme de stress post-traumatique sur les familles”, Thérapie familiale, 16: 185-193
  4. Decherf G. (2003) Souffrances dans la famille, Inpress, Paris
  5. Delage M. (2008) La résilience familiale, Odile Jacob, Paris
  6. Delage M. (2010) “La famille confrontée au traumatisme”, in Delage M.,
  7. Cyrulnik B. (eds.), Famille et résilience, Odile Jacob, Paris, pp. 17-27
  8. Delage M. (2012) “Résilience et famille”, in Cyrulnik B., Jorland G. (eds.), Résilience. Connaissances de base, Odile Jacob, Paris, pp. 97-113
  9. Delage M. (2013) La vie des émotions et l’attachement dans la famille, Odile Jacob, Paris
  10. Fonagy P., Target M. (1997) “Attachment and reflexive function: their role in self organisation”, Dev. Psychopathology, 9: 679-700
  11. Freud S. (1920) Au delà du principe de plaisir. Essais de psychanalyse, Payot, Paris
  12. Johnson M. (2003) “On trading adolescent girls. Focus and strengths and resiliences in psychotherapy”, JCCP in session, 59, 11: 1193-1203
  13. Ogden P., Minton K., Pain C. (2006) Trauma and the body: a sensorimotor approach to psychotherapy, W.W. Norton et Company, New York
  14. Ricoeur P. (1983-1985) Temps et récit, Seuil, Paris
  15. Rime B. (2005) Le partage social des émotions, PUF, Paris
  16. Walsh F. (1998) Strengthening family resilience, Guilford Press, New York

Michel Delage, in "PSICOBIETTIVO" 1/2016, pp. 57-76, DOI:10.3280/PSOB2016-001004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche